Rider fermato in strada mentre consegnava cibo: l’inaspettata aggressione

Un rider ha subìto un’improvvisa aggressione, durante la consegna della merce alimentare in bici: cosa è accaduto?

Rider fermato in strada mentre consegnava cibo: l'inaspettata aggressione
Rider Just Eat (Screenshot Instagram)

In questo periodo di pandemia, raggiungere i luoghi più affollati, quali, ristoranti, bar, pizzerie è un’impresa vera e propria. Il nuovo DPCM di Mario Draghi inoltre ha confermato la “falsa riga” del decreto emanato dal governo precedente, ovvero quella sulle restrizioni urbanistiche. Per questo motivo ad una certa ora, tra le strade deserte ci capita di scorgere qualche rider di passaggio, in servizio a consegnare la merce alimentare, presso un domicilio.

I dipendenti in bici delle Aziende alimentari di trasporto continuano dunque ad espletare la propria mansione. Anzi, dopo l’ultima conferma, la loro mole di lavoro sembra raddoppiata nelle ore, meno nel guadagno e nella ricompensa. Per questa ragione, un gruppo di manifestanti biker food ha deciso di popolare pacificamente le piazze, in segno di protesta per il mancato riconoscimento economico, a fronte delle ore richieste

LEGGI ANCHE —–> Bollettino del 26 Marzo: i dati dell’epidemia di oggi in Italia

Rider bloccato in strada, è rissa: la vicenda

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da A.P. (@ale_1963_)

A Milano così come nelle maggiori piazze di Italia, fiocca la protesta dei rider, per il mancato riconoscimento dei diritti economici, nel lavoro portato a termine. In occasione del “no delivery day”, molti di essi hanno denunciato la condizione di precarietà, popolando strade, vicoli e piazze.

La Procura della Repubblica lombarda è intervenuta così col “pugno di ferro“, ai danni di alcune aziende alimentari che schiavizzano i propri lavoratori a libro paga. Sotto inchiesta, dunque sono finite, la Deliveroo, Glovo, Just-Eat e Uber Eats.

Anche oggi come le ultime volte si è consumata l’ennesima protesta per strada, da parte di un gruppo massiccio di manifestanti: quasi tutti appunto, eccetto uno. Quest’ultimo aveva scelto di lavorare, andando controcorrente alla massa. Una volta individuato dai colleghi, gli stessi lo hanno bloccato, mentre era sulla bici, caricato e infine, cestinato il cibo, in fase di consegna.

LEGGI ANCHE —–> Incidente fatale per un escursionista: era parente del boss dei boss

Un gesto che non ha lasciato quasi nessuno nell’indifferenza, tra i passanti che hanno allertato così le forze dell’ordine. Sul luogo dell’aggressione è giunta anche un’ambulanza, ma fortunatamente, le urla di indignazione si sono tramutate solo in evidenti spintoni e null’altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *