lunedì , novembre 19 2018
Breaking News
Home / Inter / Icardi si prende il derby

Icardi si prende il derby

All’ultimo respiro, quando il pareggio sembrava accontentare tutti, Maurito Icardi approfitta di una disattenzione di Musacchio e un’uscita a avventata di Donnarumma per sigillare il derby all’Inter regalando al popolo interista 3 punti fondamentali che la proiettano i nerazzurri al 3 terzo posto in classifica a due punti dal Napoli di Ancelotti. Vincere all’ultimo respiro da sempre un gusto particolare, e l’Inter quest’anno è la squadra che ha totalizzato più reti, 7, negli ultimi 15 minuti di gioco, dimostrando una tenuta fisica mentale che non si vedeva da molto tempo. 

La squadra di Spalletti approccia la stracittadina in maniera positiva, fin da subito prende in mano la partita con personalità ed aggressività mantenendo una pressione costante sui portatori di palla rossoneri. Il Milan cerca più di difendersi, il 4-3-3 di Gattuso diventa spesso un 4-5-1, la squadra si abbassa e i nerazzurri conquistano campo. La gara è in mano ai nerazzurri che da metà primo tempo cominciano a creare occasioni. All’11 Icardi batte Donnarumma ma l’assist di Brozovic viene deviato da Vecino che mette l’argentino in fuorigioco.

Spalletti è costretto a sostituire Nainggolan per uno scontro con Biglia. Al suo posto Borja Valero. Passano due minuti e ci prova Politano, il suo destro viene deviato in angolo da Romagnoli. Proprio da un angolo Perisic colpisce di testa a colpo sicuro, Gigio è reattivo e devia a lato. Al 33’ la più grossa occasione della partita, sugli sviluppi di un angolo Kessie anticipa Borja Valero, D Vrij si avventa sul pallone e in girata colpisce il palo. L’inter è padrona del campo, Asamoah e Versaljko spingono sulle fasce, Brozovic fa il metronomo, mentre Politano svaria su tutto il fronte d’attacco. Il Milan difende basso, Suso e Calhanoglu non incidono e Higuain non viene praticamente mai servito. Eppure un lampo rossonero mette i brividi al tifo nerazzurro, su calcio d’angolo Romagnoli prolunga per Musacchio che batte Handanovic ma da posizione di fuorigioco. 

La ripresa ricomincia come il primo tempo, l’Inter mantiene il possesso del pallone mentre il Milan è attento nella fase difensiva. Gli undici di Spalletti arrivano spesso al limite dell’aria ma troppe volte manca quel pizzico di lucidità e brillantezza nell’ultimo passaggio. 

Il tecnico di Certaldo inserisce forze fresche, toglie Perisic e Politano per Keita e Candreva. Sono proprio i cambi ad incidere, l’ex Monaco sfrutta il suo dinamismo per creare apprensione a Calabria sulla fascia sinistra mentre Candreva ha la lucidità di lanciare Vecino per l’azione che porta alla rete nerazzurra.  Il cross dell’uruguaiano dalla destra è perfetto, Donnarunmma esce a vuoto, Musacchio si perde Icardi che di testa fa esplodere San Siro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *