Condizionatori e il loro uso, cosa cambia con le nuove regole generali

Condizionatori, un uso moderato e accessibile a tutti. Il risparmio è sottinteso e ne risentiranno in positivo anche le tasche e l’ambiente naturale.

Condizionatori, tubature
Condizionatori, tubature foto da pixaby

Il governo sta varando un nuovo piano allo scopo di sensibilizzare l’uso corretto dell’energia elettrica e, di conseguenza, del gas. Ancora imperversa in Europa la situazione gravosa nell’est europeo che sta mettendo in ginocchio l’economia.

Proprio da quelle zone è sempre arrivato un congruo rifornimento di gas naturale. Le terre russe sono ricche di giacimenti di questo prezioso alleato per il riscaldamento. l’Italia, fino a pochi mesi fa, rientrava come uno dei clienti più apprezzati dal governo russo.

Con il frangente presente ,purtroppo, i rapporti non sono idilliaci e di conseguenza, tramite le sanzioni, non può sussistere l’acquisto del gas dal Cremlino. Lo stato italiano vuole cercare di risparmiare fino a 4 miliardi di metri cubi nel solo 2022.

Condizionatori, il risparmio è d’obbligo per i prossimi tempi

Per attuare tale valore aggiunto, si dovrà realizzare quanto meno dispendio possibile di energia. Dal primo maggio fino al 31 marzo del 2023 saranno apposte delle regole ferree nelle scuole e negli uffici per un moderato consumo energico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Idrotalenti (@idrotalento)

Le temperature dei locali non dovranno superare i 19 gradi in inverno e 25 gradi di fresco in estate. Queste norme non sono ancora state definite per le case di cura, gli ospedali, le case di riposo. Qui la situazione è chiaramente diversa.

Dovrà essere un impegno collettivo. Il gas non sarà più così facile da reperire anche se lo stato italiano ha ancora delle ottime riserve già acquistate e tenute da parte. Ci sarà da essere ragionevoli, esemplari anche per un tono in più all’ambiente circostante

Quindi il moto da prendere in considerazione è quello di sfruttare al meglio il totale di energia spendibile in una giornata. Finestre chiuse o aperte a seconda della stagione. Sono previste multe salate da 500 fino a €3000 se si viene a scoprire qualche irregolarità.

LEGGI ANCHE->Monete rare, il pezzo più desiderato da tutti i collezionisti. Valore senza precedenti

LEGGI ANCHE->“Bella dentro e fuori” Ida Platano, il cambio look la rende irresistibile – FOTO

Il governo Draghi vara gli stessi emendamenti anche per i cittadini privati. La raccomandazione è quella di calare di un paio di gradi il calore negli ambienti delle proprie dimore e magari infilare un golfino in più nel freddo inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.