Noite, l’esordio della band genovese: “Siamo fratellini inseparabili”, INTERVISTA

Intervista esclusiva a Noite, band musicale che ha appena esordito con il brano Sbadiglio, ecco cosa hanno raccontato ai microfoni di Ultima Parola.

noite cover
Sbadiglio (Ufficio stampa)

Micheal, Fabio, Francesco e Pietro. Sono loro i 4 ragazzi che da qualche anno hanno formato la band Noite. Il gruppo genovese ha scelto una parola portoghese per contraddistinguersi che in italiano significa notte.

La band è nata con l’esigenza di mescolare generi, influenze e sapori per dare vita a qualcosa di unico e inimitabile: la notte è il comune denominatore. In occasione del loro esordio, abbiamo voluto fare qualche domanda ai ragazzi. Ecco cosa hanno raccontato ai microfoni di Ultima Parola.

LEGGI ANCHE—>Benedetta Parodi, non sa stare se non ci mette le mani: i follower scioccati- FOTO

Come nascono i Noite?

I Noite nascono come 4 amici che si sono conosciuti suonando nei vicoli di Genova, diventano fratellini inseparabili e solo dopo una band.

Che cos’è per voi la musica?

Ognuno di noi ha una visione diversa di quello che è la musica, possiamo solo dire che a renderci una band e a creare il nostro sound è la capacità di sfruttare le differenze per creare qualcosa di veramente nostro e sincero.

Sbadiglio, il vostro brano d’esordio: cosa racconta il singolo?

Sbadiglio parte da una relazione alla quale si vuole dare una possibilità. Una situazione satura di senso di colpa, di paure sul non essere all’altezza o di ferire l’altro. Purtroppo, quando certe situazione sono malsane, non ferire l’altro è inevitabile, anche se si ha le migliori intenzioni.

Qual è il messaggio?

Il messaggio è a libera interpretazione, le nostre canzoni sono prive di morale o di retorica, diamo alle persone il quadro completo del nostro intimo, sarà poi lui a trarne qualcosa di buono e di utile.

Che cosa sta a significare Sbadiglio?

È l’inizio e la fine, il modo in cui iniziamo la giornata è il modo in cui la chiudiamo. Le certezze nella vita sono poche, tutto cambia velocemente, quel poco che abbiamo di sicuro va tenuto stretto.

LEGGI ANCHE—>Jess, sul concerto del 1 maggio spoilera: “Voglio mostrare un lato di me mai visto…” – INTERVISTA

Che tipo di musica è la vostra?

Non ci piacciono le etichette, sia perché non siamo in grado di metterle, ma anche perché nella tavolozza dei colori ci piace il punto in cui più colori si incontrano contaminandosi tra di loro. Al massimo possiamo dire che la nostra musica sia sincera, quello sì!

noite band intervista
Noite (Instagram_ ph Milosh.b_photo)

Progetti futuri?

Il progetto futuro è di continuare a crescere il più possibile, ma sempre insieme, coerentemente con quello che siamo.

BEATRICE MANOCCHIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.