Alessandro Borghese, lo chef punta il dito contro le nuove generazioni. “Sono arroganti…”

Il famoso cuoco ha voluto dire la sua riguardo a quello che sono oggi i giovani che vogliono intraprendere il suo stesso mestiere.

Alessandro Borghese
Alessandro Borghese, chef (Instagram)

Alessandro Borghese, come sappiamo, è uno chef di grande talento ed esperienza. Figlio della celebre attrice Barbara Bouchet, è nato negli Stati Uniti e ha successivamente conseguito il diploma nel noto istituto superiore American Overseas School of Rome.

Dopodiché, questo promettente cuoco in erba iniziò a incamerare sempre più esperienze, impratichendosi sulle crociere e in altre importanti città internazionali. In seguito, invece, si è fatto conoscere dal pubblico televisivo, partecipando a delle trasmissioni di successo.

Ricordiamo, per esempio, Cortesie per gli ospiti e Junior MasterChef Italia. Grazie a queste apparizioni, quindi, ha guadagnato sempre più una certa popolarità, diventando un personaggio molto apprezzato dai telespettatori. Gli ultimi progetti più recenti, quindi, sono stati Piatto Ricco e Game of Talents, risalenti all’anno scorso.

Non sono mancati, perciò, neanche alcuni libri di ricette pubblicati per delle prestigiose case editrici. Sull’onda di questi trionfi, un po’ di tempo fa, ha persino aperto il ristorante milanese denominato Alessandro Borghese — Il lusso della semplicità.

Al giorno d’oggi, tra l’altro, Borghese è anche seguitissimo sui social network. Infatti, il suo profilo Instagram, nel momento in cui si scrive, conta la bellezza di quasi 2 milioni di followers.

Ecco che cosa pensa Borghese dei giovani

In questa piattaforma online, così, si tiene in contatto con i numerosi supporter, caricando post che riguardano principalmente la sua professione.

Alessandro Borghese
Alessandro Borghese mentre cucina (Instagram)

Tuttavia, in un’intervista rilasciata a Corriere della Sera, Borghese ha voluto lamentare un problema attinente alle nuove leve che, a suo avviso, si comportano in maniera diversa dai ragazzi che in passato si accingevano a intraprendere questa tipologia di lavoro.

Secondo il noto chef, quindi, i giovani non avrebbero la giusta determinazione per fare quei sacrifici e quella dura gavetta che lui stesso ha fatto in precedenza.

Le nuove generazioni, si legge tra le righe del quotidiano, desiderano ottenere dei risultati senza fatica e senza rinunciare alle cose della vita quotidiana.

LEGGI ANCHE –> “Siamo nati per farlo”; Aurora Ramazzotti si lascia andare

LEGGI ANCHE –> “Sono a bocca aperta”, Gianni Morandi sorride accanto a LEI. Anna dov’è?

Al contrario, Borghese ha affermato che per diventare quello che è oggi ha dovuto metterci tutto l’impegno possibile, privandosi anche di alcuni momenti con gli amici e i suoi cari. Non è quello che, viceversa, fanno le attuali generazione che vorrebbero tutto e subito e delle gratificazioni dopo poco tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.