Justine Mattera lo confessa ai follower: “Vi svelo cosa significa farlo”

In un post su Instagram Justine Mattera svela dei particolari intriganti sui progetti che sta portando avanti. Iniziativa davvero lodevole.

Justine Mattera
Justine Mattera (screenshot Instagram)

Con una serie di foto pubblicate sul social network la nota showgirl si mostra all’autodromo di Monza, dove è in prima fila per pubblicizzare un’iniziativa molto popolare. I fan: “bellissimo messaggio”.

Justine Mattera non si tira indietro

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Justine Mattera (@justineelizabethmattera)

Cosa vuol dire essere “influencer”? – ha scritto la popolare showgirl – Nel caso mio e del Santiago in rosa vuol dire supportare e promuovere una causa in cui credo fortemente. Il Cancro Primo Aiuto Onlus fa un lavoro importante su diversi livelli; Progetto Medico Etica (poliambulatorio), Sostegno Psicologico, Progetto Parrucche e Progetto Trasporto. Tutto al servizio del paziente oncologico e la sua famiglia. Noi abbiamo pedalato per questo e sono state 3 ore di solidarietà, sorrisi e sudore dentro il tempio della velocità di Monza al buio”.

Justine Mattera si riferisce nientemeno che a “Santiago in rosa Cycling Marathon”, la gara ciclistica notturna che ha visto 40 squadre partecipanti. Obiettivo, appunto, quello di raccogliere fondi per le nobili iniziative elencate nel post della Mattera, a favore dei malati di cancro e dei loro familiari.

Leggi anche –> Justine Mattera, la dedica speciale all’uomo della sua vita: “Adoro sentire…” – FOTO

Leggi anche –> Justine Mattera, per lei si preannuncia un weekend di fuoco: così è troppo… FOTO

La gara è stata organizzata da Cancro Primo Aiuto Onlus, in collaborazione con il Velo Club Sovico e il Velo Club Oggiono, ricevendo il patronato della Regione Lombardia e il patrocinio del Comune di Monza. Oltre alla bellissima Justine sono tre i volti noti dello spettacolo che hanno partecipato alla lodevole iniziativa: Stefania Andriola, Alessandra Fior e Sabrina Schillaci, così da coniugare ciclismo e solidarietà.

L’amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto Onlus, Flavio Ferrari, ha avuto modo di dichiarare: “Questa è stata una sorta di edizione zero e sono convinto che l’anno prossimo, quando festeggeremo i 100 anni dell’Autodromo Nazionale Monza, faremo ancora di più”.

Justine Mattera, dunque, si conferma attenta alle tematiche della solidarietà e dell’impegno civile. Una donna e un’atleta a 360°, che non si tira indietro quando c’è da sostenere una buona causa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *