Denise Pipitone, clamoroso colpo di scena: “Le persone devono sapere”

Non si finisce mai di parlare del caso della scomparsa di Denise Pipitone, bambina scomparsa l’1 settembre 2004 a Mazara del Vallo.

Denise Pipitone clamoroso colpo di scena
(Instagram @chilhavistoraitre)

Si continua a parlare del caso Denise Pipitone, la bambina sparita a Mazara del Vallo l’1 settembre 2004. Ad indagare dopo la scomparsa della piccola fu l’allora pm di Marsala, Maria Angioni.

L’ex magistrato, ora giudice del lavoro a Sassari, è indagata per false affermazioni a Pubblico Ministero nell’ambito della nuova inchiesta riguardante Denise. Ora si sono concluse le indagini a suo carico.

Infatti la Procura di Marsala le ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini. La giudice rischia il processo, ma non ha intenzione di ritrattare.

Se ritrattassi e, abiurando, dichiarassi che quanto ho detto al Pm non è vero, il procedimento penale a mio carico si chiuderebbe subito – ma – io voglio il processo: è una cosa che devo, a me e a tante altre persone che hanno diritto a giustizia e verità.

Denise Pipitone, l’ex pm rischia il processo: il motivo

Lo scrive tramite il proprio profilo Fb il giudice Maria Angioni, che ha continuato.

Io invece – ha proseguito – sto studiando e valuterò tutti gli atti, anche quelli contenuti nei numerosi stralci a mod. 44 (notizie di reato a carico di persone ignote, ndr) e mod. 45 (registro atti che non costituiscono notizie di reato, ndr) che disposi all’epoca per esigenze di particolare segretezza, e ho già depositato una denuncia penale per falsità materiale in atto pubblico.

LEGGI ANCHE —> Covid, la variante Delta fa paura: le regioni che rischiano la zona gialla

Denise Pipitone clamoroso colpo di scena
(Instagram @chilhavistoraitre)

Il 3 maggio scorso l’ex magistrato è stata sentita dalla Procura di Marsala come “persona informata dei fatti”. Alcune sue dichiarazioni non sarebbero state riscontrate negli atti dell’indagine.

Per questa ragione è stato emesso l’avviso di garanzia nei suoi confronti lo scorso 4 giugno, poi notificato il 18 giugno, con l’invito a comparire nuovamente a Marsala come indagata.

LEGGI ANCHE —> Bus con 25 bambini in fiamme: l’autista ha compiuto un atto eroico

Denise Pipitone clamoroso colpo di scena
(Instagram @chilhavistoraitre)

Gli episodi contestati alla Angioni sarebbero tre. L’avvocato Stefano Pellegrino, legale dell’ex pm, ha parlato di “ricordi in buona fede” riguardanti un caso complesso e dei fatti avvenuti più di 17 anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *