Pio e Amedeo, un noto personaggio gliene dice quattro: asfaltati!

A quasi un mese dal monologo del politicamente corretto, Pio e Amedeo vengono ancora presi di mira, questa volta da un noto personaggio.

Pio e Amedeo monologo messaggio scuse social

Era il 30 aprile quando Pio e Amedeo hanno deciso di chiudere la loro trasmissione Felicissima sera con un monologo sul politicamente corretto. Da quel giorno il duo comico è finito nel mirino e ancora oggi sono tanti coloro che non riescono a perdonare le loro parole.

Dopo la serata, i social si sono rivelati una piattaforma dopo poter insultare i due personaggi che solo qualche giorno dopo hanno deciso di rispondere e dare delle spiegazioni.

Politicamente corretto: continuano le critiche per Pio e Amedeo

Dopo la puntata, il web e la televisione stessa si sono divisi in due parti: da una chi si è scontrato con il duo e dell’altra chi ha capito il concetto da loro condiviso. Anche dall’estero sono arrivate delle dichiarazioni importanti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pio e Amedeo (@pioeamedeo83)

Heather Parisi ha rilasciato un’intervista al Corriere della sera dove riguardo al politicamente corretto e al duo comico ha affermato che

Ho letto che due comici italiani, Pio e Amedeo, hanno difeso la parola ne**o e altre simili. In America non lavorerebbero più. Queste parole evocano odio, offendono. Se, come me, sei davvero per un mondo che include, non puoi ritenerle satira o comicità.

La cantante è una donna molto attiva per la battaglia ai diritti civili, visto che fin da bambina ha vissuto in quartieri che le hanno permesso di capire alcune realtà più da vicino. La Parisi a tredici anni si è trasferita a San Francisco per studiare danza da sola ed è cresciuta con la comunità di gay.

LEGGI ANCHE>>>Isola dei Famosi oggi, doppia eliminazione: cosa accadrà

LEGGI ANCHE>>>Bianca Guaccero incastrata dai paparazzi! LA FOTO con lui non lascia dubbi

E’ stata vittima di abusi da parte di bulli insieme ai suoi amici con i quali ha vissuto paure, entusiasmi, esclusioni e violenza. Il suo vuole essere un appello a tutti coloro che ancora oggi istigano all’odio e alla violenza per le minoranze.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *