Malgioglio, il peso dell’omofobia nella carriera: lui svela tutto

Parla Cristiano Malgioglio: il cantautore originario della provincia di Catania parla di ciò che è successo all’inizio del suo percorso professionale.

Malgioglio, un nome una garanzia. Il buon Cristiano è stato ospite a ‘Da noi a ruota libera’, il programma domenicale di Rai 1 condotto da Francesca Fialdini. Il cantautore siciliano era in vena di rivelazioni e ha descritto tutto quanto accadutogli di significativo a partire dagli inizi della carriera.

Cristiano Malgioglio
Cristiano Malgioglio Foto dal web

È dal 1972 che Malgioglio calca le scene, e svela che all’inizio delle difficoltà le aveva avute. Difficoltà per i testi proposti e per il look scelto. Nessuno era come lui. “Delle porte si chiudevano, ma non ho mai avuto a che fare apertamente con l’omofobia. Ero diverso dagli altri, tutti uniformati nei loro comportamenti. E questo mi faceva pensare di essere molto più avanti. Una cosa che penso ancora oggi”.

Leggi anche –> Domenica Live, la romantica sorpresa in diretta dalla D’Urso FOTO

Il catanese ammette però che gli sarebbe piaciuto avere dei figli, una cosa che gli manca. La sua famiglia invece lo ha sempre sostenuto: “Il fatto che mi piacessero gli uomini non ha mai rappresentato un problema nella casa dove sono cresciuto”.

Leggi anche –> Isola dei famosi, ex naufraga svela chi vincerà: lo spoiler inaspettato

Malgioglio: “Achille Lauro? Io sono venuto molto prima”

Foto dal web

Si parla anche di altro: Malgioglio rimarca il fatto di avere scritto dei brani che spesso parlavano di amore e lo facevano in modo forte. Lui ha scritto canzoni per Mina, Iva Zanicchi, Raffaella Carrà e tanti altri. E dopo un omaggio a Milva, scomparsa di recente, Cristiano ha svelato perché la sua amica Orietta Berti non abbia mai avuto il piacere di cantare una sua canzone.

Leggi anche –> Storie Italiane, addio a Eleonora Daniele: a sostituirla una nota attrice

“Lei è brava ma non adatta al vigore dei miei testi, con la sua voce delicata”. Per finire, Malgioglio parla di Achille Lauro. In molti rivedono proprio lui nel 31enne artista veronese. Il siciliano spende parole di elogio per il ragazzo e lo reputa bravo. Ma con un ‘ma’.

“Quello che fa lui adesso io lo facevo già 30 anni fa. Con la differenza che ero da solo e non avevo tutte le persone che sostengono Achille oggi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *