Tieni i termosifoni troppo alti? Ecco che cosa potrebbe accadere

Termosifoni troppo alti? Ecco che cosa succede se e quando si esagera con il riscaldamento: le conseguenze potrebbero esser molto fastidiose.

riscaldamento
Foto da Pixabay

Bello tornare a casa dopo una giornata di lavoro e freddo e trovarsi avvolte da un dolce tepore. Ma che cosa succede se a quel tepore si sostituisce un clima tropicale?

Tenere i termosifoni a una temperatura troppo elevata ha delle conseguenze sul nostro benessere e sulla nostra bellezza: scopriamole insieme.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Se fai questo errore butterai caffè e moka: attenzione!

Termosifoni troppo alti? Ci sono delle conseguenze

termosifone
Foto da Pixabay

Tenere i termosifoni di casa a temperature troppo alte fa male, a quanto pare, in primo luogo a pelle e capelli.

Proprio la nostra bellezza sarebbe dunque la prima vittima di questo amore per il caldo.

Ma che cosa accade quando alziamo troppo il temrosifone e come ciò si ripercuote sulla nostra pelle? A venir meno in tali circostanze è l’umidità e, con essa, l’idratazione della nostra pelle.

Ecco allora che viso, mani, labbra, gambe e ogni parte della nostra pelle rischia di seccarsi. Anche i capelli, già, perché in fin dei conti anche loro necessitano di idratazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ogni volta che lavi i denti ingoi del dentifricio? Ecco che cosa succede

In casi un po’ più estremi la secchezza può trasformarsi in un vero e proprio problema di salute. Prurito, irritazioni ma anche vere e proprie piccole infezioni rischiano infatti di sopraggiungere in seguito alla secchezza cutanea.

Per proteggere allora sempre pelle e capelli durante il periodo invernale, sarà necessario tenere il termostato a una temperatura che sia tra i 20 e i 22 gradi al massimo, così da impedire che questa possa seccare eccessivamente la nostra pelle e portarci i problemi di cui sopra.

Ricordiamo infine come sia sempre importante mantenere la pelle morbida ed idratata così da aiutarla nel difendersi dagli sbalzi termici tra gli ambienti chiusi e l’esterno. A tale scopo bisognerà curare sempre con attenzione la detenzione e l’applicazione di apposite creme idratanti, scegliendo ovviamente la tipologia di prodotto più adatta in base al proprio particolare tipo di pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *