Assurdo ritrovamento: rinvenuta la nave che tentò di aiutare il Titanic

Assurdo ritrovamento negli abissi del base: rinvenuta la nave che tentò di aiutare il Titanic nel 1912. Tutti i dettagli del recupero. 

Ritrovata nave che aiuto il Titanic
Titanic, un dettaglio (Foto da Unsplash)

Facciamo un salto indietro al 1912, quando il New York Times annuncia che sta per salpare la nave da crociera più grande del mondo. Tanto clamore per quella che venne definita una imbarcazione inaffondabile. Nella foto di copertina il comandante Edward John Smith.

Il più grande oggetto in movimento mai realizzato – ecco cosa si diceva del Titanic. 268 metri di lunghezza per 53 di altezza, una potenza straordinaria. Una vera e propria attrazione: un sogno per i tanti che desideravano ardentemente potersi imbarcare.

Un progetto decisamente molto ambizioso che vide i natali del 1909. Tre anni più tardi era pronta per salpare. Siamo al 10 aprile 1912 quando da Southampton la folla si accalca per salire sul Titanic. Lusso e sfarzo avrebbero atteso uno stuolo di ricchi gentiluomini.

È stata recuperata dagli abissi il relitto della nave che provò ad avvisare il Titanic

Come abbiamo accennato, il Titanic salpò il 10 aprile del 1912. Quello fu il suo primo ed ultimo viaggio. Tre anni di costruzione e cinque ore per inabissarsi.

Ritrovata nave che aiuto il Titanic
Relitto Titanic (Foto da Unsplash)

Fu proprio durante il viaggio inaugurale che il Titanic si scontrò con un iceberg: erano trascorsi appena 4 giorni dalla partenza. Un impatto fatale che vide l’allagamento di alcuni comparti e il successivo inabissamento della nave.

Ci si domanda: ma nessuno allertò il bastimento della presenza dell’iceberg? La risposta è sì! Ritrovato nelle scorse settimane il relitto della nave che tentò il tutto per tutto per avvisare il Titanic del pericolo all’orizzonte.

L’incredibile scoperta è avvenuta nel Mare d’Irlanda e ha visto il reperimento di un antico mercantile che provò (attraverso messaggi radio) ad aiutare la grande nave inaffondabile. Purtroppo un nulla di fatto che causò la morte di oltre 1000 persone.

LEGGI ANCHE –> Emergenza topi a Roma: numeri spaventosi. Boom di avvistamenti

LEGGI ANCHE –> Denise Pipitone, la verità svelata di mamma Piera: Anche Kevin..;

Oggi, grazie ai potenti mezzi della tecnologia è stato possibile rinvenire il mercantile sul fondale del mare. E’ emerso essere stato colpito da un sottomarino tedesco nel 1918.