Suicidio a 12 anni, il tragico gesto di una bambina senza spiegazioni

Si è tolta la vita ad appena 12 anni, il suicidio di una bambina sconvolge la famiglia e tutta la comunità.

ambulanza
ambulanza (foto da Pixabay)

I casi di suicidio sono negli ultimi tempi in drammatico aumento. Ma lasciano un senso ulteriore di sgomento, quando tra i protagonisti ci sono vittime giovanissime, come nel caso di una 12enne che si è tolta la vita qualche giorno fa.

Una storia drammatica e con molti aspetti da chiarire, quella raccontata dal quotidiano locale ‘La tribuna di Treviso’. I fatti risalgono a venerdì scorso e si sono verificati a Conegliano, in provincia di Treviso. Nel comune di circa 34 mila abitanti, la bambina viveva da qualche tempo con la sua famiglia. Il suo tragico gesto ha scosso tutta la comunità.

Suicidio in casa, vani i soccorsi: si cercano le cause del gesto della bambina

La piccola era arrivata in Veneto insieme ai suoi genitori da un paio di mesi circa. I tre sono di origine balcanica, l’uomo e la donna si erano integrati subito nella comunità ed erano stati bene accolti.

carabinieri
carabinieri (foto da Pixabay)

La 12enne aveva iniziato la scuola media da pochi giorni e stava iniziando a conoscere i suoi compagni di classe. Ma, evidentemente, in lei albergava un profondo disagio, che l’ha portata a togliersi la vita.

I genitori, in casa, venerdì scorso hanno trovato il suo corpo senza vita e hanno immediatamente allertato i soccorsi, purtroppo inutili. Non si è potuto far altro che constatare la sua morte. La piccola non ha lasciato biglietti né altro per spiegare il suo gesto.

LEGGI ANCHE –> Lutto nel mondo del calcio: scomparsa l’ex moglie di un noto allenatore

LEGGI ANCHE –> Giovane coppia trova un serpente nella spesa: uno shock

I carabinieri intervenuti sul posto hanno iniziato ad effettuare i primi accertamenti del caso e hanno allertato la procura di Treviso. Sono iniziate le indagini per chiarire le motivazioni dietro al suicidio della bambina. Per adesso, si escludono episodi di bullismo che potrebbero essersi verificati a scuola, che la piccola aveva iniziato a frequentare da appena cinque giorni. Ma ascoltando genitori ed insegnanti si potrà avere, probabilmente, un quadro più chiaro della vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.