Prezioso scavo porta alla luce una città nascosta: risale a 2000 anni fa

L’archeologia non ferma mai le ricerche. Rinvenuta un sito storico dell’inizio dei tempi. Una scoperta che ha entusiasmato i ricercatori.

scavo archeologia tempio
scavo (instagram

L’attenzione per la storia passata è fortificata dagli scavi recenti da cui emergono importanti scoperte. Il mondo esiste da millenni e portare alla realtà resti di antiche civiltà ci fa conoscere chi erano i nostri antenati. Oggi una chicca ha fatto gioire gli archeologi e i ricercatori.

Nel mondo passato sono state combattute guerre e delineato confini. La storia ci fa conoscere il trascorso attraverso il rinvenimento di documenti, Secondo studi di illustri docenti, siamo venuti a conoscenza di tradizioni e modi di vivere delle persone che hanno marciato sul pianeta prima di noi.

E’ notizia che da un po’ di tempo si erano riuniti un team di professionisti con l’intenzione di portare a galla un ipotesi a cui lavoravano da tempo. Le attenzioni si sono spostate sulla vicina Olanda dove la squadra è stata premiata per la scoperta risalente a circa 2000 anni fa.

Scavo porta alla ribalta un sito archeologico di immane importanza

Il luogo esatto del ritrovamento è una cittadina denominata Zavenar. A molti ricorderà  il posto dove sono situate alcune importanti fabbrichette che producono inchiostro e mobili. Ora balza agli onori anche per il rinvenimento di un sito che sembra corrispondere ad un tempio romano.

scavo tempio romano
scavo(instagram)

Le fattezze uniche della civiltà di base in Italia ha trovato posto anche nel paese dei tulipani. Una vera domus in perfette condizioni. Come se il tempo si fosse fermato a 1800 anni fa. Questa è la data attribuita alla costruzione dagli esperti del settore senza ombra di dubbio.

Il tempio ha presentato una peculiarità che ha entusiasmato i ricercatori. Nei pressi della struttura storica era presente un pozzo particolare. E’ stato realizzato a livello terriero come si faceva a quei tempi e imponeva delle scale per scendere ad attingere acqua.

Un’imponente deposito di acqua formato da tanti mattoni fabbricati all’epoca. Un’attenta analisi ha portato a conoscenza visiva di un caso sconcertante.

LEGGI ANCHE–>Ferragosto, perché si festeggia oggi? Origine e storia della ricorrenza

LEGGI ANCHE–>Meteo, colpo di coda anticiclone sahariano: tornano le temperature torride

Ebbene sui materiali preposti alla costruzione, gli archeologi hanno notato delle scritte  evidenti. Per ora non è dato sapere di cosa parlano i messaggi ma la scoperta farà sicuramente capire qualcosa in più sul misterioso ritrovamento. Tutto è nelle mani dei decifratori storici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.