Condizionatore, occhio agli incrementi di prezzi: così si risparmia davvero

Secondo alcune stime, ormai, sono migliaia gli italiani che possiedono un climatizzatore. E la bolletta potrebbe essere salatissima.

Una donna accaldata
Una donna accaldata (Facebook)

In questi ultimi mesi, soprattutto chi non è un fan sfegatato del caldo, di certo non se l’è passata benissimo. In effetti, le alte temperature si erano già percepite a fine del Maggio.

La colonnina di mercurio, quindi, già ci aveva in qualche modo avvisato che questa stagione non sarebbe stata molto facile da affrontare, in particolar modo, per coloro che sarebbero dovuti rimanere nei centri urbani.

E così è stato, come abbiamo visto è stato un Luglio decisamente afoso, soltanto qualche volta, inframmezzato, in certe regioni d’Italia, da qualche breve temporale.

Così, probabilmente, in questa condizione, nessuno ha potuto fare a meno di rinfrescarsi con l’ausilio di aggeggi più o meno tecnologici che si rimettono in pista in questo periodo dell’anno.

Ci stiamo riferendo, come è ovvio che sia, ai ventilatori e ai condizionatori d’aria. Ormai, soffermandoci su questi ultimi, si tratta di qualcosa che dovrebbe bene o male essere presente in ogni abitazione, o perlomeno in quelle ristrutturate di recente.

Per di più, beh, per il fatto che da un po’ di anni a questa parte, il caldo anomalo, lo si accennava anche in precedenza, è sopraggiunto a livelli eccezionali.

Naturalmente, però, il servizio rinfrescante non è di certo gratis. Anzi, bisogna fare attenzione, perché se si tiene l’apparecchio in questione acceso costantemente, si può rischiare una bolletta salatissima.

Come fare per una bolletta meno cara?

Secondo le stime che sono state effettuate dagli esperti in materia, quindi, pare che siano oltre 20 milioni gli italiani che possiedono un climatizzatore.

condizionatore inverter
Un modello di condizionatore inverter (Facebook)

Inoltre, bisogna stare in guarda, perché Facile.it ha stabilito che questa volta potrebbero esserci dei forti incrementi, più dell’80 per cento, in verità. Ma, quindi, c’è un modo per risparmiare almeno un pochino?

Beh, sì, c’è, e vorremmo, per l’appunto, darvi un paio di consigli utili che potrebbero aiutarvi a evitare una vera e propria stangata. Anzitutto, allora, ricordatevi che impostare temperature eccessivamente basse, di certo, non farà bene né alla vostra salute e nemmeno al vostro caro portafoglio.

LEGGI ANCHE –> Serpenti in giardino? Tienili lontano dal tuo verde con un metodo alternativo

LEGGI ANCHE –> Codice della strada, importanti novità in arrivo per gli automobilisti

Cercate, dunque, per esempio, di non mettere più di circa otto gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Inoltre, in secondo luogo, vi suggeriamo di preferire un condizionatore di tipologia inverter, poiché è in grado di rallentare nel momento in cui raggiunge la temperatura indicata, e questo farà certamente diminuire i consumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.