Omicidio Elena Del Pozzo, i primi risultati dell’autopsia rivelati dalla Procura

Si tratta di un delitto che sta facendo necessariamente molto discutere proprio per il carattere di estrema violenza della faccenda.

Carabinieri
Carabinieri (Instagram)

In questi giorni si sta purtroppo parlando molto del giallo che ha visto come protagonista la piccola Elena Del Pozzo. Una vita appena cominciata e ingiustamente spezzata che ha fatto rattristare e indignare svariate persone in tutta Italia.

Una situazione che, sulle prime, si potrebbe persino fare fatica a credere per la violenza gratuita della quale è caratterizzata. La colpevole e rea confessa è quindi Martina Patti, la madre di questa povera bambina di soli cinque anni della quale, come è stato riportato, è stato trovato il corpo nelle campagne di Mascalucia, situate in provincia di Catania.

In effetti, pochi giorni dopo della denuncia di sequestro, la genitrice è crollata durante l’interrogatorio, confessando così di essere stata la colpevole di omicidio della figlia.

Al momento, quindi, le autorità hanno predisposto per lei il fermo per omicidio e per occultamento di cadavere. Sembrerebbe, tra l’altro, stando alle fonti accreditate, che il delitto sia stato commesso dopo che la donna aveva ritirato la bambina dall’asilo.

L’inscenato rapimento, quindi, probabilmente le era servito per guadagnare tempo. I Carabinieri che stanno seguendo le indagini, quindi, al momento non hanno ancora potuto sapere quale sia stato il movente dell’assassinio.

In effetti, sembrerebbe che la ragazza continui a rimanere sul vago e a non dare spiegazioni comprensibili dell’accaduto. Insomma, come se volesse dire che abbia fatto qualcosa senza saperne lei stessa il motivo.

Cosa è emerso

Quello che si sa è che in questo periodo, la Patti non viveva con Alessandro Nicodemo Del Pozzo, nonché padre naturale della bimba e che lui stesso, quando si è recato nel luogo dell’occultamento, si era messo a piangere.

Martina Patti
Martina Patti, rea confessa (Facebook)

Di recente, però, da chi di dovere è stata effettuata l’autopsia che ha già dato alcuni risultati. In particolare, Elena deve essere stata uccisa con un coltello da cucina che, tra parentesi, non è stato ancora però ritrovato.

LEGGI ANCHE –> Donna si reca al bar per un caffè. Il prezzo sullo scontrino è scioccante

LEGGI ANCHE –> Caso Angela Celentano, la famiglia non si arrende. Nuove piste da seguire

La Procura, inoltre, fa sapere che probabilmente la piccola non è morta sul colpo. Per di più, le coltellate dovrebbe essere stati più di dieci, ma, a quanto pare, soltanto uno di questi è stato fatale, poiché è andato a toccare i vasi dell’arteria succlavia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.