Caso Angela Celentano, la famiglia non si arrende. Nuove piste da seguire

Caso Angela Celentano, la famiglia della scomparsa dopo 26 anni non si arrende. Emersi nuovi dettagli ed ipotetiche nuove piste da seguire. I particolari. 

caso Angela Celentano
I genitori di Angela Celentano (Foto da Instagram)

Il caso della scomparsa di Angela Celentano è uno dei fatti di cronaca che ha scosso maggiormente il nostro Paese. Era il 1996, quando la piccola di appena 3 anni era in gita con i genitori sul Monte Faito. Una distrazione fatale che ha portato alla sua sparizione.

Immediato l’intervento da parte delle Forze dell’Ordine che si mise subito alla ricerca della bambina scomparsa. Da quel momento sono trascorsi 26 anni e i genitori della piccola sono ancora sulle sue tracce. Emerse possibili nuove piste da seguire.

Angela Celentano, arrivate agli investigatori nuove segnalazioni sul caso. Si cerca su internet e ai bancomat

Negli ultimi anni si sono aperte diverse piste sulla sparizione della bambina, tant’è vero che fu coinvolta anche l’F.B.I. perché individuato un uomo sospetto che conservata foto della piccola Angela.

Recentemente i familiari di Angela sono intervenuti a Chi l’ha visto? muovendo delle accuse molto gravi. I genitori della bambina, infatti, sostengono che la piccola sia stata rapita per una adozione illegale, fenomeno purtroppo molto diffuso in Italia e all’estero.

La coppia ha voluto aggiungere un piccolo, ma sostanziale dettaglio: hanno fatto presente che la loro figlia ha una voglia di caffè sul corpo. Indizio molto significativo ai fini di ulteriori ricerche. Ad oggi quali sono le novità?

Come detto in precedenza, si stanno valutando nuove piste. Sono emersi alcuni video in cui si vede una ragazza in forte stato di difficoltà, ammettere di non conoscere la sua provenienza e di chiamarsi Angel. Purtroppo, però, non si tratta della piccola Celentano.

LEGGI ANCHE –> Taglia la strada e uccide due uomini, accusato di omissione di soccorso

LEGGI ANCHE –> Ucciso dallo scontro di due bande, la sentenza dopo due anni

Infine, la famiglia di Angela si è rivolta ad una importante associazione che diffonderà le fotografie della bambina negli sportelli bancomat di tutto il mondo. Si spera che qualcuno possa riconoscerla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.