Dania Mondini, la denuncia della conduttrice del TG1: “Messa in stanza con collega…”

Dania Mondini, giornalista e conduttrice del TG1, ha denunciato i suoi superiori che, per punirla, l’avrebbero messa in stanza con un collega che ha problemi di flatulenza ed eruttazioni.

Dania Mondini conduttrice TG1 stanza collega flatulenza
Dania Mondini (Screenshot TG1 via Twitter)

Dania Mondini, conduttrice del TG1, ha denunciato di essere stata vittima di stalking da parte di suoi superiori sul posto di lavoro. Il caso è giunto in Procura a Roma. Il pm ha aperto un fascicolo per stalking.

Nel mirino del pubblico ministero sarebbero finiti i cinque “giornalisti – dirigenti” indicati dalla cronista. Si tratterebbe di Filippo Gaudenzi, Marco Betello, Piero Felice Damosso, Andrea Montanari e Costanza Crescimbeni.

I fatti si sarebbero svolti nel 2018, epoca in cui i cinque ricoprivano posizioni di vertice nel TG1. A darne notizia è stata l’edizione di oggi de La Repubblica che ha ricostruito la vicenda.

Dania Mondini, la denuncia della conduttrice del TG1

Stando a quanto raccontato dalla cronista, a seguito di alcune frizioni con i cinque, sarebbe stata ridimensionata e costretta a stare in una stanza con un collega che soffre di “flatulenze ed eruttazioni“.

Dania Mondini conduttrice TG1 stanza collega flatulenza
Dania Mondini (Screenshot TG1 via Twitter)

A quel punto la giornalista avrebbe opposto un rifiuto “motivato all’ordine di servizio“. Da quel momento le sarebbero stati assegnati dei servizi brevi e banali e avrebbe subito delle aggressioni verbali per via di piccoli errori nel corso della conduzione del TG1.

La conduttrice dunque ha deciso di denunciare in Procura quanto sarebbe avvenuto, producendo anche dei referti medici che proverebbero lo stress patito per via dei demansionamenti. I pm hanno sentito i testimoni. Sono sentiti sei giornalisti del telegiornale. Di questi sei solo una collega avrebbe confermato la versione della giornalista.

A questo punto la Procura ha chiesto l’archiviazione in quanto non ci sarebbe stalking, ma al massimo si deve valutare l’ipotesi di mobbing. Dunque al massimo bisogna rimandare la questione al tribunale civile.

LEGGI ANCHE —> Omicidio Willy Duarte, arriva la resa dei conti: chiesto l’ergastolo per gli assassini – VIDEO

LEGGI ANCHE —> Incidente sul lavoro, giovane operaio schiacciato da un macchinario. Inutili i soccorsi. I dettagli

Tuttavia la Procura generale la pensa in maniera diversa. Il pg Marcello Monteleone ha avocato a sé l’inchiesta e ha deciso di proseguire ad indagare per stalking i cinque giornalisti della Rai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.