Nuovo virus minaccia l’Europa: già un caso confermato. Il mondo è in ansia

Un caso di questo virus è stato riscontrato nel Regno Unito: vediamo di quale si tratta e quali sono i suoi sintomi. Preoccupazione in tutto il mondo: i dettagli.

Nuovo virus Europa caso confermato mondo
Medico (Foto Pixabay.com)

A seguito della pandemia da Covid, preoccupa il caso di vaiolo delle scimmie riscontrato nel Regno Unito. Il paziente in questione si sarebbe contagiato in Nigeria e attualmente è ricoverato in ospedale a Londra. Lo ha reso noto l’UKHSAM, Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito.

Il vaiolo delle scimmie, detto anche “monkeypox“, non è facilmente trasmissibile da uomo a uomo. Tuttavia le autorità inglesi si sono già messe al lavoro al fine di riuscire nella ricostruzione dei contatti avuti dalla persona infettata.

Nonostante si tratti di un solo caso, è subito scattato l’allarme all’interno del sistema sanitario del Paese. In questo modo si intende tenere la situazione sotto controllo e scongiurare che si diffondano i contagi.

Vaiolo delle scimmie, quali sono i sintomi di questo virus: tutti i dettagli

Si stanno contattando tutti coloro che hanno avuto dei contatti stretti con la persona contagiata. In tal modo si intende monitorarli e dare loro dei suggerimenti al fine di evitare la diffusione del virus.

Nuovo virus Europa caso confermato mondo
Medico (Foto Pixabay.com)

Le procedure del Sistema Sanitario Nazionale inglese e dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito sono state ulteriormente rafforzare a seguito di questo periodo di pandemia da Covid.

Per quanto riguarda i sintomi, il vaiolo delle scimmie si distingue dal vaiolo in quanto causa del gonfiore ai linfonodi sulla pelle.

Inoltre tra i sintomi ci sono la febbre, il mal di testa, i dolori muscolari, il mal di schiena, la stanchezza, i brividi nonché l’eruzione cutanea che solitamente parte dalla faccia e poi si diffonde ad altre zone del corpo formando anche delle croste.

LEGGI ANCHE —> Egitto, una scoperta sensazionale potrebbe cambiare le sorti della storia. I dettagli

LEGGI ANCHE —> Meteo weekend, caldo afoso e giornate soleggiate: una perturbazione sorprende l’anticiclone

Si tratta di sintomi che, stando ai Centers for Disease Control and Prevention, compaiono fra i cinque e i ventuno giorni dopo essere stati infettati dal vaiolo delle scimmie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.