Eurovision 2022, scoppia la bufera sui social: “Raffaella Carrà? Umiliata”

Eurovision 2022: ieri è andata in onda la prima parte della semifinale con tre conduttori d’eccezione. All’apparenza sembra essere andato tutto a gonfie vele, ma non sono mancate le polemiche

Eurovision polemica
Eurovision (instagram)

La scorsa sera è andata in onda la prima parte della semifinale dell’Eurovision 2022. Infatti, dopo aver ascoltato le prime canzoni in gara, ci sono stati già rivelati i nomi dei primi dieci partecipanti alla finale che andrà in onda sabato su Rai Uno.

Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika sono stati meravigliosamente bravi e hanno molto divertito il pubblico di tutta l’Europa. Spontanei, simpatici e divertenti, sono stati promossi a pieni voti. Le polemiche per il Festival, però, non sono mancate: il motivo? Raffaella Carrà.

Eurovision 2022: polemica per l’omaggio a Raffaella Carrà

Infatti, per moltissimi anni, la Carrà si è battuta per l’Eurovision. Ha sempre dichiarato l’importanza di questo Contest e, se non ci avesse lasciato mesi fa, sarebbe stata sicuramente lei a condurre.

Proprio per questo motivo, c’era grande attesa per l’omaggio che ci sarebbe stato proprio per la Carrà. Ieri, come promesso, questo è successo ma è stato un momento davvero molto breve. Sui social la polemica non è tardata ad arrivare:

Raffaella Carrà non può essere liquidata così, con un ritornello di 20 secondi, lei meritava di più… ma tranquilla Raffa, tu questa sera sei a Torino”. Centinaia e centinaia di messaggi come questi sono comparsi dopo il breve omaggio che è stato fatto per l’artista mancata mesi fa e che non ha soddisfatto i telespettatori italiani.

LEGGI ANCHE –> “Storie Italiane”, il drammatico racconto in diretta: la reazione di Eleonora Daniele è ineccepibile – VIDEO

LEGGI ANCHE –> Ilary Blasi va fuori copione in diretta: il momento diventa virale sul web – VIDEO

Tralasciando le numerose polemiche, è andato tutto a gonfie vele. I finalisti hanno soddisfatto il pubblico italiano ma adesso si fa il tifo soltanto per loro due che rappresenteranno il nostro Paese. Mahmood e Blanco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.