Pensione d’invalidità: tutte le novità in arrivo, previsto l’aumento

Pensione d’invalidità: a quanto ammonta l’aumento previsto dalla nuove regole, tutti i dettagli al riguardo.

Soldi e calcolatrice
Soldi (Pixabay)

Il Governo è sempre a lavoro per garantire un supporto continuo ai cittadini italiani che hanno sempre più bisogno di aiuto. Esistono vari incentivi e bonus utili alle persone, tra questi anche la pensione d’invalidità che riguarda coloro che possiedono dei requisiti.

Possono usufruirne tutti quelli che soffrono di patologie invalidanti attraverso la Legge 104. La pensione d’invalidità è finita al centro del mirino e grazie alla sentenza della Corte Costituzionale i richiedenti potranno ottenere un importo maggiore rispetto a quello attuale.

Pensione d’invalidità: tutte le novità

La sentenza ha stabilito che debba esserci un aumento per la pensione d’invalidità, visto che la somma prevista è molto basso se si pensa a tutte le spese che una persona deve effettuare ogni mese.

pensione Paese
Pensionati (Foto da Pixabay)

Dunque, secondo quanto si legge su Consumatore.com

La Consulta ha stabilito che le pensioni di invalidità devono essere portate a 660,79 euro al mese, applicando la maggiorazione al milione a tutti gli invalidi che rispettano dei requisiti ben definiti. Tra questi requisiti c’è il reddito familiare e la pensione di invalidità, di fatto, fa aumentare questo tipo di reddito.

Tale decisione, però, per certi aspetti è controproducente visto che chi percepiva il reddito di cittadinanza ora si ritrova a non poterlo più ottenere poiché con l’aumento si è alzato anche il reddito familiare.
C’è solo un modo per ridurre al minimo il reddito, fare la distinzione di esso all’interno del nucleo familiare in quelle situazioni dove è possibile farlo.
Ad ogni modo per richiedere il sussidio è necessario avere:
  • 5.005,94 euro per l’assegno agli invalidi civili parziali e per l’indennità di frequenza (d’importo mensile pari a 291,95 euro);
  • 17.271,19 euro per l’assegno agli invalidi civili totali, come pure per i ciechi parziali o totali se ricoverati (d’importo mensile pari a 291,95 euro) e per i ciechi assoluti non ricoverati (importo mensile pari a 315,44 euro)
Ogni anno la domanda deve essere riconfermata, quindi quella del 2022 ha valenza fino al 31 dicembre 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.