Hai in casa questa moneta? Cerca bene, perché se la possiedi potresti ricavarci una bella sommetta

Dovresti proprio fare attenzione e capire se hai in qualche cassetto questo spicciolo, perché ci guadagneresti una cifra niente male.

Una collezione di monete
Una collezione di monete (Pixabay)

Tutti coloro che possono definirsi appassionati di numismatica sanno molto bene che, dietro una piccola monetina, potrebbe invece nascondersi un valore decisamente alto.

Proprio per questo motivo, quindi, anche quelli che lo fanno come hobby, spesso e volentieri vanno alla ricerca di quei pezzi che in apparenza potrebbero sembrare soltanto qualcosa di poco interessante.

Inoltre, ci sono delle caratteristiche che permettono alla moneta di acquisire maggior importanza. Per esempio, se vogliamo elencarne almeno una, possiamo ricordare che la condizione di fior di conio è certamente appetibile per i collezionisti, poiché significa che lo spicciolo non presenta segni del tempo o graffi di qualsiasi sorta.

In questo modo, potrebbe essere battuto all’asta per un prezzo assolutamente vantaggioso. Questo discorso, quindi, si può benissimo fare sia per quanto riguarda le monete nazionali che internazionali, e, peraltro, anche quelle cadute in disuso come la vecchia Lira.

Così, sarebbe cosa saggia andare a recuperare qualche moneta sparsa nei nostri cassetti. Nel caso di cui scriveremo nelle prossime righe, nella fattispecie, si tratta di un pezzo straniero che, chissà?, potreste persino aver trovato durante una gita o una vacanza.

Una rarità che vale tanto

Non perdiamo altro tempo prezioso, allora, perché, come scoprirete ben presto, si tratta di qualcosa che è stato considerato addirittura molto più di valore di quello che ci si aspettava.

penny
Una rappresentazione di un penny Kew Gardens datata 1992/1993 (Facebook)

Si tratta, per la precisione, della moneta da cinquanta penny definita come una delle più rare al mondo e che in origine avrebbe dovuto valere una somma piuttosto bassa.

Per l’esattezza questo pezzo raffigura da una parte i Kew Gardens, cioè degli estesi giardini di Londra, e dall’altra il viso di Regina Elisabetta. Secondo gli esperti, quindi, non è così facile reperirla, dato che in circolazione non ce sono solo più di 210 mila.

È, peraltro, celebrativa, coniata proprio per festeggiare i primi duecentocinquant’anni dell’apertura del complesso di cui sopra. Per dare prova del suo valore, quindi, ci piacerebbe sottolineare che un utente è riuscito a vendere sul Web questa tipologia di moneta a un prezzo decisamente maggiore di quello che valeva al principio.

LEGGI ANCHE –> Stefano Tacconi, gli ultimi aggiornamenti sulle sue condizioni

LEGGI ANCHE –> Netflix, in arrivo nuove e attesissime serie tv da non perdere

Come abbiamo scritto in precedenza, tradotto nella nostra valuta, inizialmente il valore corrispondeva a cinquanta euro. In seguito, però, il fortunato venditore ha potuto ricavarci ben più di 200 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.