Ragazzo diciottenne a piedi lungo i binari travolto dal treno. Non c’è stato nulla da fare. I dettagli

Una condizione che non ha permesso ai soccorritori arrivati sul posto di aiutare il giovane che è stato colpito violentemente dal convoglio.

Polizia ferroviaria
Polizia ferroviaria (Facebook)

Una vera disgrazia quella che è accaduta nelle ultime ore e della quale le forze dell’ordine stanno ancora indagando per capire quale sia stata la precisa dinamica.

Una situazione che non ha lasciato scampo al ragazzo che si trovava evidentemente in maniera drammatica nel posto sbagliato al momento sbagliato. Difficile però sulle prime dare dei contorti precisi della faccenda.

Tutto ciò che per ora si può sapere, quindi, proveremo a metterlo nero su bianco nelle prossime righe. Per cominciare, quindi, un giovane, appena maggiorenne, si trovava vicino ai binari della stazione di Cassano D’Adda, un comune di quasi ventimila abitanti e che fa parte della città metropolitana di Milano.

Inoltre, la tragedia è avvenuta la sera del 27 aprile, intorno alle 20.00. Questa persona di origini marocchine, a quanto pare, era insieme ad altri due amici che, a un certo punto, sembra che abbiano deciso di andare oltre la recinzione dei binari.

Probabilmente, i suddetti non hanno tenuto conto che il treno che passava in quel momento a elevata velocità gli avrebbe fatti cadere. Così, si sono fidati a scavalcare e l’aria provocato dal convoglio ha come risucchiato il diciottenne.

I particolari della vicenda

In pratica, stando anche a quanto hanno raccontato gli altri due che erano con lui, non si dovrebbe pensare a una sorta di suicidio, poiché forse a distrarlo è stato il fatto che stesse telefonando.

incidente
Luogo dell’incidente (Facebook)

In seguito, quindi, sono arrivati il prima possibile i soccorsi del 118 e anche i carabinieri. Tuttavia, il celere intervento degli operatori non è servito a salvarlo, poiché, una volta che sono arrivati sul posto, il ragazzo era già deceduto.

Comunque sia, gli agenti e la polizia ferroviaria stanno cercando di capire meglio riguardo all’accaduto. Il fratello della vittima, che faceva parte del trio, non è stato ferito ma è risultato comprensibilmente sotto shock.

Da quello che si è appurato, quindi, il macchinista che stava viaggiando in direzione di Cremona non si sarebbe accorto dell’incidente che si è verificato all’altezza di Cassano.

LEGGI ANCHE –> Sparatoria in un parco: si cerca il colpevole. Il bilancio della triste vicenda

LEGGI ANCHE –> Morte bianca, un altro grave caso di un operaio deceduto sul lavoro. Cosa è successo

Da ciò che è stato raccontato, quindi, i ragazzi si trovavano in quel punto perché avevano voluto evitare di passare dal sottopassaggio e si stavano recando probabilmente a un lago di piccole dimensioni non distante dalla stazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.