“Hanno davvero rotto i…” Che tempo che fa, Luciana Littizzetto perde le staffe: parole dure in diretta

Come sempre la comica torinese ha parlato di svariati argomenti. Ma soprattutto in un caso non ha decisamente avuto peli sulla lingua.

Luciana Littizzetto
Luciana Littizzetto alla guida dell’auto (Instagram)

Dopo l’intervista effettuata da Fabio Fazio al famoso cantautore Claudio Baglioni, è arrivata in studio proprio Luciana Littizzetto e in un modo piuttosto particolare.

infatti, stavolta non è entrata semplicemente a piedi, anzi, è apparsa all’interno di un’automobile di dimensioni piuttosto ridotte e di colore verde. Così, diciamo un po’ per citare in qualche modo Strada facendo, il noto bravo del cantante romano.

Infine, anche Baglioni è salito a bordo, uscendo di scena in questo modo. Il suo intervento, comunque, lo ha cominciato, parlando dei cuculi, facendo riferimento a L’Isola dei famosi e al fidanzato di Lory Del Santo, dato che il suo cognome ricorda proprio questa tipologia di uccello.

In seguito, ha voluto ricordare quella che è stata definita come la gaffe di Biden. Si è riferita, per la precisione, a quando, dopo una conferenza, avrebbe teso la mano verso qualcuno che in effetti in quel momento non c’era.

Inutile dire che la Littizzetto ci è andata pesante, descrivendolo persino come “impagliato”, termine che Fazio ha prontamente sostituito con quello di “elegante”. Dopo altre affermazioni di questo tipo però ha voluto soffermarsi su un fatto di cronaca che è accaduto in questi giorni.

L’indignazione di Luciana

Per la precisione, si tratta della notizia che ha visto come protagonisti più di una ventina di ragazzi disabili che avrebbero dovuto occupare dei posti su un treno regionale che, partendo da Genova, doveva dirigersi a Milano.

Luciana littizzetto
Luciana mentre legge la lettera (Instagram)

Tuttavia dei vandali avevano messo fuori uso dei vagoni e così i posti a sedere prenotati dalle suddette persone erano stati presi da altri passeggeri, non trovando disponibili gli altri. Per i giovani, quindi, Trenitalia aveva messo a disposizione un autobus. Viaggio che la Littizzetto ha definito come eccessivamente lungo.

A tal proposito, quindi, Luciana ha detto che i vandali hanno certamente rotto le scatole, utilizzando però un linguaggio un po’ più scurrile. E, inoltre, ha preparato una letterina indirizzata alle Ferrovie dello Stato, facendo delle richieste precise.

Per esempio, la comica piemontese ha proposto di mettere qualche vagone in più durante le feste pasquali e anche le prossime che verranno come, per esempio, il 25 Aprile, il Primo Maggio e le ferie estive.

LEGGI ANCHE –> Che tempo che fa, colpaccio Fabio Fazio: finalmente ci è riuscito

LEGGI ANCHE –> “Sono ancora in terapia”, Paolo Bonolis e la confessione spiazzante

Ha anche chiesto se non fosse possibile mettere in funzione qualche treno a due piani, quelli sopraelevati. Infine, ha concluso, affermando che a rimetterci sono stati le categorie più fragili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.