Torna dalla palestra e stramazza al suolo in casa: morta la figlia del sindaco

Tragedia per una giovanissima nel nord Italia: la ragazza era appena tornata da una sessione di allenamento quando si è sentita male. Per lei nulla da fare, è morta sul colpo.

Morta a casa dopo allenamento in palestra
Un’ambulanza (Facebook)

Una disgrazia che ha lasciato sotto choc un intero paese e sulla quale i cittadini vogliono ora vederci chiaro. Ieri sera la giovane, di appena 27 anni, si è sentita male, finendo a terra esanime dopo esser tornata da una sessione di allenamento in palestra.

A trovarla è stata la madre, che l’ha rinvenuta accasciata in doccia e ha subito allertato il 118. I paramedici sono arrivati in men che non si dica, e le hanno praticato il massaggio cardiaco per più di un’ora, ma alla fine hanno dovuto arrendersi e ne hanno dichiarato il decesso.

La povera ragazza morta era la figlia del sindaco del paese, che al momento della sventura si trovava in compagnia di alcuni prelati e ha mollato tutto per correre in ospedale dalla figlia. Tutte le festività per il 25 aprile sono state annullate e si presume che verrà anche dichiarato il lutto cittadino.

Rimane da chiedersi cosa abbia potuto scatenare il malore fatale costato la vita a questa giovane sorridente, che dopo essersi laureata nel 2018 aveva iniziato a lavorare come educatrice per disabili presso una struttura adeguata.

Malore fatale dopo la palestra: morta educatrice di 27 anni

E’ quanto successo ieri sera a Castelbelforte, paese di circa 4000 anime nel Mantovano. A perdere improvvisamente la vita, la figlia 27enne del sindaco Massimiliano Gazzani, Giulia.

La ragazza era da poco tornata a casa, dopo aver portato a termine il suo abituale allenamento in palestra, ma aveva accennato di sentirsi poco bene. Proprio mentre si trovava sotto la doccia avrebbe avuto il malore fatale, finendo per stramazzare al suolo, dove è stata trovata poi dalla madre Vera.

LEGGI ANCHE –> Meteo 25 Aprile, che tempo ci attende per la Festa della Liberazione. Le previsioni

LEGGI ANCHE –> Pisa, ragazzo folgorato dal treno: quali sono le sue condizioni di salute

La donna ha chiamato subito l’ambulanza, ma purtroppo per Giulia era già troppo tardi e quando è giunta all’ospedale Carlo Poma di Mantova era già in arresto cardiaco e ai medici non è rimasto altro che accertarne la scomparsa. Intanto sul corpo della poveretta martedì verrà disposto l’esame autoptico per capire cosa le ha provocato una morte tanto prematura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.