“Sesso di gruppo con allievi”, maestro di arti marziali arrestato: le gravi accuse

Un maestro di arti marziali di 52 anni è stato arrestato dai carabinieri nella provincia di Brescia: le gravi accuse nei suoi confronti.

Sesso di gruppo allievi maestro arti marziali arrestato
Carabinieri (Foto Pixabay.com)

Un maestro di arti marziali 52enne è stato arrestato dai carabinieri nella provincia di Brescia con l’accusa di violenza sessuale aggravata. L’uomo si trova ora ai domiciliari.

L’ordinanza eseguita dai militari è stata emessa dal gip di Brescia, su richiesta della Procura.

Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe “sfruttato il suo ruolo carismatico di maestro di arti marziali per creare un rapporto di dipendenza psicologica con allievi ed allieve che frequentavano la sua palestra“.

Le presunte vittime, tutte donne che hanno fra i 18 e i 20 anni, sarebbero state spinte dal 52enne a compiere “sessioni di sesso di gruppo“, a cui talvolta avrebbe preso parte direttamente e assieme alla moglie, che è stata denunciata.

Alcune delle allieve hanno denunciato di essere state vittime di violenze sessuali in queste circostanze.

All’interno della palestra di Brescia in cui insegnava il 52enne avrebbe anche praticato agopuntura senza averne titolo.

Avrebbe prescritto farmaci anoressizzanti o volti a migliorare le prestazioni sessuali, importati da Paesi stranieri in quanto il loro commercio è vietato sul territorio nazionale. Sequestrati i locali della palestra.

Maestro di arti marziali arrestato, indagati anche la moglie e un broker finanziario

Oltre il maestro di arti marziali e la moglie, è indagata una terza persona. Si tratta di un 53enne, broker finanziario.

Sesso di gruppo allievi maestro arti marziali arrestato
Carabinieri (Foto Pixabay.com)

Le accuse, a vario titolo, sono di violenza sessuale aggravata, esercizio abusivo della professione medica, commercio abusivo di farmaci illegali e di truffa aggravata.

Infatti, tramite il broker finanziario, l’uomo di 52 anni avrebbe spinto i parenti di alcune persone che frequentavano la palestra a investire elevate cifre promettendo alte rendite mensili, mai ricevute.

Nel corso dell’interrogatorio di fronte al gip, il 52enne si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere.

LEGGI ANCHE —> Liliana Resinovich, nuovi indizi fanno luce sul fitto mistero del caso: gli sviluppi in merito – VIDEO

LEGGI ANCHE —> Dramma domestico, ventenne colpisce a morte la madre con calci e pugni. Indagini in corso

Le indagini sono partite a seguito della denuncia da parte di una donna che frequentava la palestra. Quest’ultima ha spiegato ai carabinieri che sarebbe stata spinta ad avere rapporti sessuali di gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.