Lite violenta tra due coinquilini: accoltellato finisce in ospedale: i dettagli del dramma

Proprio nelle ultime ore si è verificata una situazione che ha necessariamente fatto intervenire i carabinieri. Le indagini sono ancora in corso.

Pandino
Scorcio di Pandino (Facebook)

Una situazione che poteva facilmente finire in tragedia, ma che, perlomeno, secondo quanto è stato riportato da fonti accreditate, non è accaduto l’irreparabile.

Tuttavia, al momento i carabinieri locali stanno eseguendo delle indagine per fare maggiore chiarezza riguardo a ciò che è successo soltanto poche ore fa.

In questo caso, per la precisione, si tratta di uno scontro violento tra due persone che, secondo i più informati, abitano sotto lo stesso tetto da qualche tempo.

In realtà, però, è una condizione che già si ripeteva da diversi giorni e che in precedenza, circa sette giorni fa, le cose non sono state poi del tutto diverse.

In particolare, due coinquilini avrebbero avuto un’accesa lite, scaturita, a quanto pare, in un’aggressione da parte di un ragazzo di venticinque anni nei confronti della persona che vive nel suo stesso appartamento. Alcuni testimoni, quindi, hanno riferito di un litigio tra un paio di uomini stranieri.

Già una settimana or sono, perciò, c’era stato un ferito costretto ad andare in ospedale per dei medicamenti. In pratica, sembrerebbe che l’aggredito convivesse da non molto con dei connazionali a Pandino, un paese di circa 8 mila abitanti in provincia di Cremona.

Comunque sia, sono recenti i bisticci che hanno avuto sempre più un crescendo e che si sono trasformati in una vera e propria aggressione.

Gli altri particolari della vicenda

Anche questa domenica, infatti, quando l’uomo è rientrato verso il primo pomeriggio, pare proprio che abbia ricominciato a dare addosso al convivente, dandogli dei forti pugni nella zona del viso.

Ambulanza
Ambulanza (Instagram)

In seguito, il ferito sembra che sia uscito di casa, probabilmente per sfuggire dalle grinfie dell’altro ragazzo, ed è stato in quel momento che i carabinieri si sono accorti di lui e in seguito sono stati stati chiamati anche i soccorsi.

Così, la persona coinvolta in questa discussione manesca, quindi, è stato curato dai medici che hanno accertato che le ferite però non sono da considerarsi gravi.

LEGGI ANCHE –> Roma, scoppia la rissa in un ristorante con i camerieri: 7 denunciati

LEGGI ANCHE –> Omicidio a sangue freddo: è caccia all’uomo. I dettagli del dramma

Per ora, inoltre, si sta cercando di comprendere quale sia stato il motivo dello screzio, e, dopo aver posto alcune domande, gli agenti credono di aver intuito che si è trattato di una questione prettamente domestica, forse per via degli spazi all’interno della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.