Covid, i nuovi sintomi e come distinguerli da influenza e allergie stagionali

L’esperto ha spiegato come riconoscere i nuovi sintomi da Covid e come distinguerli da quelli dell’influenza e delle allergie stagionali.

Covid nuovi sintomi influenza allergie stagionali
Covid (Foto Pixabay.com)

Si continuano a registrare contagi da Covid in Italia. Però, secondo Giorgio Palù, virologo presidente dell’Agenzia italiana del farmaco

non dobbiamo temere le ricombinazioni dei virus appartenenti a sotto-varianti dello stesso ceppo, come è il caso di quella denominata Xe.

L’esperto spiega che queste ricombinazioni devono essere tenute sotto controllo

ma senza troppi patemi d’animo. Sono scambi genetici di due virus delle sotto-varianti di Omicron, BA1 e BA2, che infettano la stessa cellula e si scambiano pezzetti di geni fino a creare un nuovo virus, non pericoloso in quanto riconosciuto dal nostro sistema immunitario.

Il presidente dell’Aifa ha continuato aggiungendo.

Segnalo che la ricombinazione avviene in soggetti sani, magari già vaccinati. E che i virus ricombinanti sono identici per il 99% alla variante Omicron in circolazione, che ha un indice di contagiosità altissimo, pari a quello del virus del morbillo.

Covid, influenza e allergie stagionali: le differenze nei sintomi

Quanto alle nuove varianti e al cambiamento dei sintomi e alla necessità di distinguerli rispetto a quelli dell’influenza, Fabrizio Pregliasco, virologo della Statale di Milano, ha dichiarato a La Stampa.

La maggior parte dei sintomi è la stessa, assimilabile al virus dell’influenza: spossatezza, dolori articolari, mal di gola, naso chiuso, mal di testa, in alcuni casi la diarrea.

Covid nuovi sintomi influenza allergie stagionali
Covid (Foto Pixabay.com)

L’esperto ha aggiunto.

In più, si sta registrando un ritorno della perdita del gusto e dell’olfatto, che con Omicron è quasi assente, ed episodi di vertigini, che sono una novità assoluta.

LEGGI ANCHE —> Pasquetta, il vero significato e il motivo per cui si celebra questa festa

LEGGI ANCHE —> Pasqua e Pasquetta, come apparecchiare la tavola: gli accessori più belli

Pregliasco ha spiegato le differenze fra l’influenza e ilCovid, e anche fra le allergie e i contagi da Covid.

Non è difficile distinguere tra le due sintomatologie: le classiche pollinosi provocano starnuti a salve, cioè forti e ripetuti a causa dell’irritazione delle mucose. Poi il naso che cola è caratterizzato da un muco fluido e trasparente, mentre quello delle infezioni virali è più denso. Chi è allergico faccia attenzione a questi aspetti prima di preoccuparsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.