Antonino Cannavacciuolo si racconta e rivela: “Mio padre mi diceva che…”

Il famoso chef stellato è certamente molto apprezzato dal Bel Paese. Ecco, però, chi è stato prezioso per il suo lungo percorso.

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo ad Antonino Chef Academy (Instagram)

Antonino Cannavacciuolo è certamente uno degli chef più popolari degli ultimi tempi. Di origine campana, come sappiamo, ha in seguito portato avanti una carriera interessante e ha conosciuto, nel corso del tempo, una grande popolarità.

Dopo una gavetta che gli ha permesso di guadagnare sempre più esperienza, quindi, è diventato conosciuto anche dal pubblico televisivo proprio per aver partecipato a dei programmi culinari di grande successo.

Insomma, si può dire che il piccolo schermo abbia fatto in modo di conoscere il suo grande talento e la sua bravura tra i fornelli. Per esempio, ricordiamo, Masterchef Italia, Cucine da incubo, I menù di Cannavacciuolo, Antonino Chef Academy, e via discorrendo.

Come altri suoi colleghi, quindi, il suo operato è davvero apprezzato da molti italiani e, come si evince dal profilo Instagram, i supporter sono davvero numerosi.

All’interno della sua pagina personale che, per la cronaca, nel momento in cui si scrive, conta circa 3 milioni di followers, si diverte a caricare fotografie e video di diverso tipo. Anche se, bisogna dire che naturalmente in genere il protagonista è il cibo.

Ma, d’altra parte, questo chef stellato non manca di mostrare delle pietanze che, sia che si tratti di dolce o di salato, a vederle, sembrano proprio molto succulente e appetitose.

Ciò che gli ha raccomandato proprio lui

Di recente, comunque, al di là di questo, ha voluto ricordare ciò che gli diceva il padre, magari anche prima di arrivare a delle vette così alte del suo percorso lavorativo.

Antonino Cannavacciuolo
Cannavacciuolo nel suo laboratorio (Instagram)

Ebbene, pare che il genitore spronasse sempre a fare meglio il figlio, ricordandogli di alzare ogni volta l’asticella. Cannavacciuolo, infatti, ha raccontato di quando si sentiva orgoglioso di aver avuto un’ottima recensione per il suo ristorante, definito, per l’appunto, come il migliore d’Italia.

Quando, di ritorno a Napoli, fece leggere al padre quanto c’era scritto sul giornale, lui gli rispose semplicemente che per una conferma della sua bravura sarebbe arrivata soltanto se ci fossero stati altri buoni riscontri.

Insomma, un uomo che ha saputo farsi da sé e arrivare a dei livelli eccezionali, magari, chissà, anche grazie a questi preziosi insegnamenti.

LEGGI ANCHE –> Avanti Un Altro, Bonolis e Laurenti con le mani legate: poi la reazione

LEGGI ANCHE –> Siamo contenti di… Il Volo, il lieto annuncio è finalmente arrivato

Insomma, lo spingeva giustamente a fare sempre meglio. Ah, tra parentesi, il suo compleanno è proprio il 16 Aprile e per l’occasione quindi ha festeggiato i suoi quarantasette anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.