Alessandra Amoroso, emozione ed orgoglio per il grande evento: “Finalmente” – FOTO

Un’emozione grandissima per la cantante salentina: ma nelle sue parole di gioia si fa strada un’amara consapevolezza dalla quale non si può prescindere…

Alessandra Amoroso
Alessandra Amoroso (Foto da Instagram)

La cantante Alessandra Amoroso sta per aggiungere una nuova perla alla sua collezione di successi. Il suo percorso artistico, iniziato nell’ormai lontano 2009 con il trionfo nel talent show Amici di Maria De Filippi, ha già toccato vette altissime, ma non accenna minimamente a diminuire.

D’altra parte, oltre ad una voce calda ed espressiva, la Amoroso può contare su una grinta ed una carica umana davvero sorprendenti. Talenti che nel giro di pochi anni l’hanno portata ad essere un nome di punta della nuova scena musicale italiana.

Adesso si trova davanti ad una nuova sfida, un traguardo inseguito a lungo e finalmente raggiunto…

Alessandra, sei già nella storia

Un momento storico, quello che sta vivendo la bravissima cantante originaria di Galatina.

alessandra Amoroso (Instagram)
Alessandra Amoroso (Instagram)

Infatti il concerto che nel 2022 infiammerà lo stadio San Siro di Milano sarà il suo, ed Alessandra Amoroso sarà la seconda donna nella storia della musica italiana a cantare nello stadio più iconico del Paese.

Prima di lei, solo Laura Pausini, che nel 2016 ruppe un tabù che sembrava invincibile, celebrando con un concerto storico la prima volta di una donna sul prato verde di San Siro.

Un luogo magico, che ha visto star nazionali ed internazionali susseguirsi nel corso dei decenni. Ora tocca a lei, Alessandra Amoroso, scaldare con la sua bravura ed il suo talento.

VEDI ANCHE—> Amici, Lorella Cuccarini ha dei segreti nascosti: nessuno ci avrebbe scommesso un euro

Nel sentirsi onorata ed orgogliosa, Alessandra Amoroso non ha però potuto evitare una riflessione amara e consapevole:

VEDI ANCHE—> Quarto Grado, si torna sul caso Denise Pipitone: cosa sta emergendo nelle ultime ore

Mi inorgoglisce tantissimo essere la seconda donna italiana a San Siro ma mi porta anche a riflettere. Io spero con questo stadio di aprire un varco o comunque di far capire alla gente che quando una persona mette in quel che fa amore, passione, determinazione non ci sono differenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *