Sanremo 2022, il clamoroso pericolo che si cela dietro il Festival: provvedimenti inevitabili

Continua ad essere a rischio lo svolgimento del Festival di Sanremo a causa delle restrizioni da Covid-19, questa volta si tratta della platea.

Sanremo 2022
Sanremo 2022 (Facebook)

Si è parlato molto, soprattutto negli ultimi giorni, del normale svolgimento del Festival di Sanremo e delle misure da adottare per prevenire la diffusione del virus. Il direttore di Confcommercio di Sanremo ha lanciato un appello, rivolgendosi direttamente al direttore artistico del Festival, Amadeus, chiedendo di rinviarlo più avanti per poter far si che la regione e in particolare la provincia di Imperia e la città di Sanremo possano iniziare una ripresa.

Anche lo scorso anno fu chiesto il rinvio, in seguito accettato, e il Festival scivolò ai primi di marzo, quest’anno la situazione è peggiorata e un grido d’allarme chiede nuovamente l’atto di rinvio. Nel 2021 la platea era deserta e il rischio di ripetere ciò esiste anche quest’anno, nonostante la riapertura di teatri e cinema anche se riportata ad una percentuale inferiore.

Le ultime novità sul caso

A breve dovrebbe aprire al pubblico la vendita dei biglietti per assistere alla 72^ edizione del Festival della Canzone Italiana, ma pare che ci saranno dei ritardi.

Teatro Ariston di Sanremo
Teatro Ariston di Sanremo (Facebook)

Come ogni anno l’apertura delle vendite al pubblico avviene solo in seguito a quella prevista per giornalisti e amministratori comunali, i quali hanno la possibilità di comprare biglietti extra o accrediti per potersi godere il Festival dalla platea. Anche quest’anno questa procedura è stata messa in atto e i consiglieri hanno potuto avere il loro biglietto, le vendite al pubblico però sembrano tardare.

Pare che chi volesse assistere al festival direttamente dalla platea debba attendere ancora un pò perché in merito alla capienza di teatri e cinema le norme non sono ancora chiare. Si attende la decisione del Consiglio dei Ministri in merito alle misure preventive, per evitare la diffusione del contagio da Covid-19, che riguardano lo spettacolo e quindi anche la capienza di cinema e teatri.

Leggi anche -> Charlene di Monaco, Alberto torna da lei e molla tutto. Ma spunta un retroscena clamoroso

Leggi anche -> C’è Posta per te, la triste decisione a poche ore dal debutto: che strazio!

Molto dipende anche dal colore di cui si tingerà la provincia di Imperia, la regione Liguria è da poco passata al giallo dopo essere stata in rosso per diverso tempo, e quindi dalle norme che verranno applicate ad ogni singolo territorio in base al colore della propria provincia. Il pubblico dovrà quindi attendere ancora la possibilità di tornare a vivere dal vivo la magia e l’emozione del Festival, anche per fare un passo avanti verso il ritorno alla normalità che ormai da un paio di anni abbiamo quasi perduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *