Tragedia da film horror in un appartamento: perde la vita in modo atroce

Una vicenda agghiacciante che ha dell’incredibile ma che è accaduta veramente nella metropoli meneghina. Aperte le indagini.

Porta Romana
Scorcio di Porta Romana, Milano (Instagram)

Di sicuro ancora non è cosa semplice spiegare le motivazioni che hanno portato a compiere questo gesto assurdo e violento. Tuttavia, ciò che lascia interdetti è anche la possibilità che il malvivente abbia potuto agire in maniera indisturbata.

Pare inverosimile l’omicidio che si è consumato nelle ultime ore a Milano, capoluogo della Lombardia e una delle città più sviluppate e produttive del Bel Paese.

Al di là delle ragioni che possono aver fatto prendere questa folle decisione all’assassino, non sembra plausibile nemmeno che il piano non sia stato organizzato per tempo e che nessuno sia riuscito in qualche modo a sentire qualcosa.

In particolare, perché il killer, a quanto pare, deve aver fatto molto rumore a causa dell’arma che hanno utilizzato.

In effetti, secondo quanto è stato riportato, il malfattore avrebbe forato la porta della vittima con l’aiuto di una motosega.

La vittima, per l’appunto, si chiamava Pierantonio Secondi, aveva superato gli ottant’anni e abitava in un appartamento posto al settimo piano in zona Porta Romana, più precisamente in via Giulio Romano.

Non si può ancora sapere che cosa avesse intenzione di fare. Ma, quello che è evidente, è naturalmente la volontà di uccidere l’ottuagenario.

Altri dettagli dell’omicidio

Per farlo, i Carabinieri sostengono che abbia usato dei coltelli, dato che erano presenti sul pavimento al momento del loro arrivo.

Carabinieri
Carabinieri (Instagram)

LEGGI ANCHE –> Tragedia impressionante, muore in campo dopo un gol: nulla da fare per i soccorsi

Ma non solo, le prime ipotesi fanno pensare che sia stata impiegata anche la motosega per eliminare l’uomo. Ora, come è ovvio che sia, gli agenti preposti stanno effettuando a capofitto ricerche e indagini per scoprire la vera identità dell’uccisore.

Non è ancora certo, però alcune fonti accreditate parlano di una persona sui 35 anni, di nazionalità rumena che molto probabilmente aveva avuto in precedenza più di un contatto con Secondi.

LEGGI ANCHE –> Clamoroso in serie A: arrestato il presidente del celebre club. Trasferito in carcere

Infine, è anche importante evidenziare che nel luogo del delitto sono stati rinvenuti degli oggetti che forse sono di proprietà dell’assassino, cioè una valigia e uno smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.