Alberto Matano, confessione choc a la Vita in Diretta: fan preoccupati

Il noto conduttore, Alberto Matano, si riconosce in un episodio della sua vita: da ragazzo è stato un bersaglio dei prepotenti.

alberto matano sorride
Alberto Matano, giornalista (Instagram)

E’ un uomo con una grande sensibilità Alberto e lo possiamo dedurre dal suo comportamento in televisione. Alla guida del contenitore pomeridiano La Vita in diretta, egli appare estremamente coinvolto nei fatti di cronaca che introduce quotidianamente.

Abile conduttore, molto ordinato, calmo e penetrante, nonchè bellissimo e carismatico. Non ha mai dato segni di rabbia o brutti frangenti, anzi è molto stimato sotto tutti i punti di vista non solo professionale.

Matano si prepara moltissimo sui casi da spiegare nel suo programma molto seguito. E’ davvero bravissimo e cortese e la sua è una presenza che arriva in punta di piedi per far compagnia tutti i pomeriggi gli italiani.

Leggi anche –> Alberto Matano, visita in una delle piazze più belle: giornata da incorniciare – FOTO

Il giornalista Matano, confessa atti ignobili nei suoi riguardi.

Il grande professionista tace sulla sua vita privata, infatti non conosciamo molto del suo passato anche in campo amoroso. Si dilegua nelle domande riguardanti con quel sorriso sornione che lo contraddistingue.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Vita In Diretta (@vitaindiretta)

In una occasione Albero si è sentito in dovere di dire la sua in merito ad un male morale oscuro che lo ha ferito molto in passato. In giovane età l’affascinante talker ha dovuto subire atti di omofobia. Lui, di carattere molto riservato e gentile, ha lasciato che ciò accadesse. Purtroppo contro l’ignoranza non si può far niente e se gli omofobi si sentono grandi comportandosi così che avvenga pure anche se totalmente ingiusto.

Leggi anche –> Alberto Matano ha fatto il passo più lungo della sua gamba: che coraggio! FOTO

Ha dettato questo suo pensiero proprio in queste ore dopo che il provvedimento DDL Zan ha avuto una battuta di arresto alle votazioni in Parlamento. Un fatto molto discusso che purtroppo non ha portato all’epilogo sperato soprattutto per chi ne subisce costantemente le oppressioni.
La violenza, qualsiasi sia la forma, va sempre condannata. La libertà di espressione appartiene a tutti e le persone vanno educate fin da piccole al rispetto del prossimo.

 

 

 

 

 

Impostazioni privacy