Mondo del Rugby in lutto: tragico incidente per il celebre giocatore, un vero dramma

Un incidente stradale ha colpito il mondo del rugby, spezzando la vita di Sean Wainui, stella degli All Blacks. La vittima stava per compiere 26 anni.

Sean Wainui
Sean Wainui (Instagram)

Un lutto ha colpito i Maori All Blacks, la selezione più nota del mondo del rugby. Il giocatore della Nuova Zelanda, Sean Wainui, ala del club Gallagher Chiefs di Hamilton, nonché, appunto, della nazionale oceanica, è infatti deceduto in seguito ad un grave incidente stradale.

Il rugby piange Sean Wainui

Sean Wainui
Sean Wainui (Instagram)

Il giocatore stava guidando la sua auto nell’isola di Bay of Plenty, perdendo il controllo del veicolo in prossimità del McLaren Falls Park, a Tauranga, e finendo a sbattere contro un albero. Il 23 ottobre Sean Wainui avrebbe compiuto 26 anni. Lascia una moglie, Paige, e due figli, Kawariki e Arahia.

Sul sito del club le parole di condoglianze per il ragazzo scomparso: “è stato un enorme shock per i giocatori e lo staff dei Chiefs” ha detto l’amministratore delegato Mike Collins. “Sean è stata una figura estremamente popolare e influente ai Chiefs e un modello per i nostri giovani giocatori dentro e fuori dal campo da quando è arrivato al club nel 2018” ha poi commentato.

Leggi anche –> Furto finisce in tragedia: 20enne morto accoltellato, criminale in fuga

Leggi anche –> Tragedia inspiegabile, trovato morto famoso vip fiorentino: il presunto e triste epilogo

“Verrà un momento – ha invece commentato Mike Rogers, a.d. della Bay of Plenty Rugby – in cui potremo celebrare l’immenso contributo di Sean al rugby, ma la nostra priorità in questo momento è supportare la moglie e i figli di Sean nel miglior modo possibile in un momento estremamente difficile. Sebbene Sean non fosse stato a lungo con i Bay of Plenty, aveva fatto una grande impressione su tutti e ha impresso la sua influenza e la sua personalità sul nostro ambiente dentro e fuori dal campo”.

La carriera di Sean Wainui si è infatti svolta prima con la squadra provinciale Bay of Plenty, poi con i Gallagher Chiefs e, a partire dal 2015, anche con la celebre nazionale neozelandese. Un lutto che lascia un grande vuoto nel mondo del rugby, coinvolgendo non solo la nazione o il club di appartenenza ma tutti gli appassionati di sport.

Impostazioni privacy