Luciano Pavarotti, ecco a chi andrà davvero la sua eredità. Cifra clamorosa

Oggi ricorre l’anniversario della nascita del grande tenore italiano, scomparso ormai 14 anni fa a Modena. Luciano Pavarotti ha regalato un immenso lascito artistico, ma a chi andrà il patrimonio?

Luciano Pavarotti (Facebook)
Luciano Pavarotti (Facebook)

La sua morte ha lasciato il mondo della lirica e della musica internazionale nel dolore e nello sconforto. Luciano Pavarotti si spegne agli inizi di settembre del 2007, colpito da un cancro al pancreas ormai arrivato alla fase terminale.

Nato a Modena nel 1935, oggi ricorre proprio l’anniversario del giorno della sua nascita, avrebbe compiuto 86 anni. Si avvicina all’operistica grazie al padre, amante della musica e cantante amatoriale in un coro. Nonostante l’indiscutibile talento, inizialmente il giovane preferisce dedicarsi all’insegnamento dell’educazione fisica e prendere lezxioni private di canto.

Nel 1961 ha il suo primo successo al Teatro municipale di Reggio Emilia nei panni di Rodolfo nella boheme di Puccini. E’ l’unizio della sua lunga e prolifica carriera nella lirica.

Da allora calca i palcoscenici dei più importanti teatri mondiali, imponendosi come il più grande tenore di tutti i tempi. Un lavoro che ha continuato fino agli ultimi giorni di vita, elargendo lezioni ai suoi allievi.

Sposato in seconde nozze con Nicoletta Mantovani, manager musicale di 34 anni più giovane, si spegne nella sua adorata Modena con lei accanto. Lascia quattro figlie: Lorenza, Cristina e Giuliana, avute da Adua Veroni, e Alice, avuta da Nicoletta. Ma come è stata divisa l’immensa ricchezza del tenore?

Luciano Pavarotti e il patrimonio conteso dalle eredi

Si stima che all’epoca della sua morte il patrimonio totale del cantante fosse di circa 200/300 milioni di euro, una cifra mostruosa e che non comprendeva anche le numerose proprietà immobiliari dell’artista, senza contare i diritti sulle sue opere.

Dopo diverse diatribe tra le eredi, alla fine si giunse ad un accordo definitivo nel 2008, e a beneficiarne è stata soprattutto la seconda compagna a cui è andato il 50% del totale, mentre il restante è stato diviso equamente tra le figlie. Nel testamento Pavarotti ha elargito anche un lascito a due collaboratori storici a cui sono andati 500.000 euro ciascuno.

Leggi anche –> Per Luciano Pavarotti era indispensabile: “Ogni tanto bisogna fermarsi e..” – FOTO

Leggi anche –> Eros Ramazzotti, adrenalina pura, aumenta la nostalgia dei fan: occasione unica – VIDEO

Inoltre, alle figlie di primo letto è spettata la casa nelle Marche, quella di Montecarlo e numerose proprietà in Italia. Alla vedova il suo ultimo buen retiro a Modena, dove le diede l’ultimo addio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *