Dramma casalingo, uccisa a colpi di pistola: i dettagli di un ennesimo caso di femminicidio

Dramma a Vicenza, una giovane ragazza è stata uccisa a colpi di pistola. Ennesimo caso di femminicidio, ecco cosa è successo.

Dramma, ennesimo caso di femminicidio
(Pixabay)

Ennesimo caso di femminicidio in Italia. Questa volta, il dramma è accaduto in provincia di Vicenza ed è addirittura il secondo nel giro di pochi giorni nella provincia emiliana.

Solo qualche giorno fa, a Noventa Vicentina, Pierangelo Pelizzari ha ucciso sua moglie Rita Amenze con numerosi colpi di pistola. La donna aveva appena trenta anni e si era allontanata dal marito sessantenne da circa un mese. Era tornata nel proprio paese di origine, in Nigeria, per andare a trovare i tre figli.

Il paese emiliano è rimasto sotto choc e, nella giornata di ieri, ha voluto organizzare una fiaccolata in ricordo della donna che era ben voluta da tutti quanti. L’uomo, dopo essersi avvalso della facoltà di non rispondere, è stato in seguito arrestato e ha confessato dove aveva nascosto l’arma del delitto.

Leggi anche –> Rita Dalla Chiesa, tutta la sua vita in due SCATTI. Tutto ciò che non sapevamo di lei

Dramma a Vicenza, ecco cosa è successo alla giovane ragazza.

Dopo la recente morte della trentenne uccisa dal marito, nella giornata di oggi arriva un’altra tragica notizia nella provincia di Vincenza. È stata uccisa una ragazza di appena 21 anni da un uomo di 40 anni nell’abitazione in cui viveva insieme al marito da poco più di un anno. La giovane era anche madre di una bambina di due anni.

La ragazza si chiamava Alessandra Zorzin e viveva a Montecchio Maggiore, frazione di Valdimolino, insieme al marito e alla figlia. Proprio nell’abitazione è avvenuto il delitto a colpi di pistola da parte del misterioso uomo che, a quanto pare, la giovane conosceva da poco.

VEDI ANCHE—> U&D, momento drammatico per la corteggiatrice: è accaduto tutto all’improvviso

Al momento è ancora in corso la caccia all’uomo. I vicini hanno affermato di aver visto l’omicida uscire da una lancia Y nera parcheggiata vicino all’abitazione. La vittima era sola a casa, infatti la figlia era all’asilo, mentre il marito era a pranzo dai genitori. Sempre i vicini, hanno sostenuto di aver sentito una forte lite tre i due e poi un violento colpo di pistola. A trovare il cadavere è stato lo stesso marito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *