Perde il controllo del mezzo e si ribalta: morto sul colpo. Al vaglio le cause dell’incidente

Il 58enne stava pulendo una cunetta che divideva la sua proprietà da quella del vicino quando il trattore si è ribaltato.

Ambulanza

Ennesima tragedia sul lavoro ieri alle porte di Roma. Un agricoltore, la cui identità non è stata ancora rivelata dagli inquirenti, è morto nel pomeriggio dopo essere rimasto schiacciato dal suo trattore.

Sembra che per cause ancora da chiarire questo si sia ribaltato durante alcune manovre di spostamento.

L’incidente è accaduto a Mentana nei pressi di via Mussomeli. L’uomo si trovava alla guida di un trattore cingolato, che si è ribaltato e lo ha schiacciato, uccidendolo.

Incidente sul lavoro: i dettagli della tragedia

Quando sul posto sono giunti i soccorsi non hanno potuto far altro che constatare il decesso sopraggiunto dell’uomo, un 58enne agricoltore della zona.

Vigili del Fuoco

In via Mussomeli sono intervenuti i Carabinieri e il personale del 118, oltre alla squadra di Montelibretti dei Vigili del Fuoco che per estrarre il corpo dal mezzo hanno dovuto utilizzare cuscini pneumatici e un divaricatore.

Un lavoro che ha richiesto parecchio tempo da parte degli uomini impegnati sul posto. Spetterà ora alle forze dell’ordine capire come si è svolta la tragedia, anche se secondo le prime informazioni emerse, pare che l’uomo stesse pulendo una cunetta che divide il suo terreno da quello del vicino.

LEGGI ANCHE —->X Factor, che fine hanno fatto i vincitori? Il futuro delle icone del talent

LEGGI ANCHE —-> Papa Francesco ricoverato. Il Pontefice sottoposto a un intervento

A causa dell’eccessiva inclinazione del terreno però il trattore ha perso aderenza con il terreno e si è ribaltato uccidendolo.

Sul corpo sarà disposta l’autopsia nella giornata di oggi, intanto la piccola comunità in cui viveva – profondamente sotto choc per quanto avvenuto – ha organizzato una veglia di preghiera per lui. Il giorno dei funerali invece non è ancora stato comunicato dalla famiglia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *