“Reazione a Catena”, la domanda ‘scomoda’ fa infuriare gli spettatori: “Gioco iniquo”

La nuova versione estiva del programma ha lasciato interdetti molti telespettatori, la sfida non aiuta i concorrenti.

Studio Reazione a Catena

Lunedì 7 giugno su Rai 1 alle ore 18.45 è partita la quindicesima edizione del programma condotta da Marco Liorni. Per entusiasmare ancora di più i telespettatori questa stagione è stata inaugurata da “La Sfida Dei Campioni” prima del ritorno al normale gioco il 15 prossimo.

Il programma attuale prevede la sfida di 8 squadre che si sono distinte nella stagione 2020 non solo per la bravura, ma anche per la determinazione e per la simpatia. Nuove sorprese quindi nel corso di queste dirette settimanali che hanno lasciato interdetti però molti telespettatori all’ascolto.

Ieri sera è stata la volta del confronto tra i Sarà Sarà con I Tre Forcellini che si sono cimentati con una nuova sfida chiamata “Zot”. Capiamo di che si tratta e perché il pubblico si è agitato sui social.

Il web non ci sta, la Rai cambierà i suoi piani?

La nuova sfida proposta nel gioco di Rai 1 è la “Zot”, ovvero viene posta una domanda alla squadra in svantaggio che permette di “zottare” ovvero di rubare cinque secondi agli avversari nel caso di risposta corretta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Reazione a catena (@reazione_a_catena_2021)

Un bel problema per i concorrenti. Infatti i Sarà Sarà indovinano la parola misteriosa aggiudicandosi 65 secondi a discapito dei 55 portati a casa da I Tre Forcellini. Alla fine della serata la gara è vinta da questi ultimi che si aggiudicano 16.250 euro grazie alla parola “mezza” ma sul web sono esplose le polemiche.

LEGGI ANCHE –> Ilary Blasi, la verità sulla rivalità con Alessia Marcuzzi: “È così”

LEGGI ANCHE –> Belen, spuntano nuovi dettagli sull’ex. Ha nascosto tutto! Il motivo

Twitter ha esternato il clima di gioco vissuto a casa: “La Zot non è giusta, potrebbero guadagnare secondi ma non toglierli agli altri”, “È un gioco iniquo che avvantaggia chi è stato meno bravo fino a quel momento”. Chissà se ci saranno delle modifiche al gioco oppure verrà mantenuto questo format per tutta l’estate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *