Vittoria Puccini, la confessione sugli esordi: “Il primo ciak è stato imbarazzante”

È la protagonista indiscussa in queste settimane de “La fuggitiva”, Vittoria Puccini in una recente intervista ha raccontato come è stato il suo debutto come attrice

Vittoria Puccini esordi vita attrice intervista
Vittoria Puccini (Screen Instagram)

La vita privata dell’attrice fiorentina Vittoria Puccini sembra andare a gonfie vele in questo periodo. Mamma di una bellissima ragazza di 15 anni, Elena Preziosi, nata dalla relazione con l’attore avvenuta tra il 2004 ed il 2010, oggi lei ha un nuovo fidanzato, il direttore della fotografia Fabrizio Lucci.

L’attrice ne aveva parlato anche in una intervista a Domenica In qualche tempo fa: “Io sono felice della mia vita con Fabrizio, senza riserva”. Non solo vita privata, anche quella lavorativa è in fase di sviluppo soprattutto dopo il debutto nel piccolo schermo de “La fuggitiva” che ieri sera ha mandato in onda la sua terza puntata con una media di 5.094.000 spettatori pari al 21.5% di share. Ottimi i risultati per lei e tutta la squadra che lavora al suo fianco, tra cui anche Emma Benini, Simona Caparrini, Ivan Franek.

LEGGI ANCHE —> Amici 20, spunta un VIDEO inedito: le lacrime di Aka7even per lei

In una recente intervista però capiamo che il grande successo che l’attrice ha registrato negli ultimi anni, all’inizio della sua carriera era molto smorzato a causa del suo carattere mite e troppo timido. Vediamo nel dettaglio cosa ha dichiarato alla stampa.

Vittoria Puccini, la dura confessione degli esordi al cinema

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Fuggitiva (@lafuggitiva_rai)

L’eroina de “La fuggitiva” Vittoria Puccini, si è confessata in una recente intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni raccontando la sua prima volta sul set quando era molto giovane e agli esordi. Il debutto nel 2000 appena diciottenne nel film di Sergio Rubini “Tutto l’amore che c’è” a fianco di Damiano Russo e Michele Venitucci.

LEGGI ANCHE —> Fedez, la collezione lascia senza parole

Il mio primo ciak era una scena di nudo. E io non avevo mai recitato prima…Chiaramente ero molto imbarazzata, ero e sono tuttora di una timidezza sconvolgente, eppure quando mi sono ritrovata sul set come per incanto mi sono sentita a mio agio. E ho capito che quella era la mia strada”. Da lì poi il lancio nel jet set cinematografico, “Elisa di Rivombrosa” fu un successo e lei una delle attrici più ricercate e volute dai registi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *