Vite al limite, una pazienze muore durante le riprese

È accaduto tragicamente durante le riprese di Vite al limite. Amaro il magazine Distractify: «Di storie ne raccontiamo tante, ma questa è la più impressionante di tutte»

Vite al limite Kelly Mason
la triste storia di Kelly Mason, raccontata nel programma “Vite al limite” (Pixabay)

È la narrazione di una sconfitta quella che ha coinvolto l’ultima protagonista del programma televisivo Vite al limite. Dopo strenui tentativi, inimmaginabili sforzi e cocenti delusioni, la donna non ce l’ha fatta. È il secondo caso a concludersi senza happy ending nel noto reality show statunitense. Una vicenda, come specificato dal settimanale americano Distractify, che ha fortemente commosso gli spettatori e lo stesso chirurgo iraniano che segue l’iter di dimagrimento dei pazienti: il Dottor Younan Nowzaradan. «Di storie ve ne abbiamo raccontate tante, ma nessuna ci ha impressionato più di questa».

LEGGI ANCHE -> Dimagrire senza dieta: ecco i 7 passaggi fondamentali

Vite al limite, Kelly Mason: la storia di un “peso” troppo grande da sopportare

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dottor Nowzaradan (@dottornowzaradam)


Ogni episodio segue per un anno la vita di persone gravemente obese, che tentano di dare stabilità alla propria esistenza con una vita più salutare. Nella lotta quotidiana alla sopravvivenza, i protagonisti del reality cercano in tutti i modi di ottenere dal chirurgo iraniano che li segue, il Dottor Nowzaradan, il bypass gastrico che permetterebbe loro di condurre esistenze più dignitose. È questo il format del programma statunitense trasmesso in Italia su Real Time, che ieri sera si è concluso in tragedia.

LEGGI ANCHE-> Noemi, metamorfosi sexy: come perdere 15 kg in un anno e mezzo

Dieta ipocalorica Vite al limite
La dieta ipocalorica del Dottor Nowzaradan (Pixabay)

Kelly Mason non ce l’ha fatta: il peso di 400 kg a cui era arrivata a causa di una vita all’insegna dell’inattività e del cibo spazzatura ne hanno irrimediabilmente segnato l’esistenza. La donna non è riuscita a concludere il percorso all’interno della clinica di Houston, in Texas, in cui era giunta con fatica dopo essere stata allettata per lunghissimo tempo. La donna è tragicamente morta durante le riprese del programma. A nulla sono serviti la grandissima motivazione, la dieta ferrea e i buoni propositi: le funzionalità cardiache eccessivamente compromesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *