“Kata a Bologna con una donna”, hanno visto la bimba sparita a Firenze

Una segnalazione su Kata, la bimba sparita a Firenze: sarebbe stata vista a Bologna, nel frattempo le indagini vanno avanti senza tralasciare nulla.

Bambina scomparsa a Firenze – Ultimaparola.com

Ci sarebbe una segnalazione attendibile che riguarda la bambina di 5 anni sparita sabato pomeriggio da Firenze, ovvero Kataleya Mia Alvarez Chicllo, per tutti semplicemente Kata. La segnalazione di queste ore arriva da Bologna, mentre gli investigatori cercano di scavare nel privato della famiglia, alla ricerca di elementi utili a capire chi possa aver sottratto e portato via la piccola. Come spiegato, la bambina viveva con la mamma, Katherine Alvarez, dipendente in un supermercato Carrefour, e il suo fratellino in uno stabile occupato a Firenze.

A che punto sono le indagini su Kata, la bimba sparita a Firenze?

Polizia a Firenze – Ultimaparola.com

Si tratta dell’ex hotel Astor occupato in via Maragliano: qui è stato compiuto un nuovo sopralluogo alla ricerca di elementi utili da parte della pm Christine Von Borries. In particolare, sono stati ispezionati gli spazi esterni e ormai del caso è stata investita la polizia giudiziaria. Questo in sostanza vuol dire che vengono sospese le ricerche da parte della Protezione Civile.

Tutti si chiedono che fine ha fatto la bambina scomparsa e in primis se lo chiede la madre, la quale avrebbe detto ai carabinieri di sapere chi ha portato via la piccola Kata. In un primo momento, sarebbe stato aperto un fascicolo per il reato di abbandono di minore, poi trasformato in sequestro di persona, reato che è di competenza della direzione distrettuale antimafia. Sono state nuovamente ascoltate la mamma della piccola e anche una sua amica.

Kata è stata rapita? Le ultime novità sul caso, i genitori disperati

La mamma di Kata – Ultimaparola.com

Si cercano nuovi riscontri, mentre la certezza sull’orario della scomparsa, ovvero tra le 15 e le 15.15 di sabato, rimane: la denuncia è stata poi presentata alle 20 dopo che la mamma e alcune persone avrebbero provato a cercare la piccola Kata autonomamente. Proprio la mamma, dopo il malore avuto domenica, sarebbe stata portata in ospedale, dopo aver ingerito candeggina e anche il papà della piccola, detenuto nel carcere di Sollicciano, avrebbe cercato addirittura in due occasioni di togliersi la vita.

Ci sono infine due segnalazioni: la prima è una telefonata ricevuta da un’amica della mamma della piccola, da parte di una persona che dice che la bambina sarebbe con lui. Per i carabinieri, si tratta di un mitomane, mentre più credibile appare la segnalazione che arriva appunto da Bologna. Qui la bambina è stata vista su un autobus insieme a una donna. A Firenze, infatti, si stanno muovendo amici e conoscenti della famiglia di Kata, che peraltro hanno organizzato anche una fiaccolata, nella giornata di ieri.

Impostazioni privacy