Scompare noto scrittore e attivista: malore fatale lo raggiunge a 50 anni

Era molto caro al partito 5 stelle. Era stato vicino ai suoi fautori anche in presenza delle spaccature originate di questi tempi.

Matteo Incerti scrittore e attivista
Matteo Incerti scrittore (pixaby)

Grande amico e collaboratore di Beppe Grillo, se n’è andato all’improvviso sconvolgendo il mondo politico e dell’editoria. Uno scrittore e attivista che aveva dato il suo consenso e la disponibilità al partito pentastellare con consigli e grande erudizione.

Matteo Incerti aveva solo 50 anni e al momento della dipartita si trovava in Ontario. La notizia è rimbombata come un boomerang e gli amici affezionati stentano a credere. Apparentemente la sua salute non presentava disagi e ci si interroga sulle origini del malore.

Matteo era un giornalista reggiano. Appassionato di storia aveva già all’attivo la pubblicazione di molti libri. L’ultimo era già uscito e aveva deciso di volare in America per presentarlo. Parlava dei natii indiani canadesi, i veri abitanti della sterminata terra al confine con il Polo Nord.

 Matteo Incerti scompare per un improvviso malore

Incerti aveva difeso a spada tratta i pellerossa e i suoi diritti. Era una persona da valori incorruttibili e aveva messo a disposizione del partito  stelle tutto l’aiuto che era in suo potere. Molto legato all’artefice Beppe Grillo trascorrevano tempo insieme per decisioni politiche inerenti all’Italia.

Il noto giornalista aveva un gran da fare nella sua vita ed era conosciuto anche come un fervente ambientalista. Matteo Incerti si fece protagonista inconsapevole di una storia molto commovente. Riuscì dopo molti anni a creare un collegamento tra un soldato e alcuni bambini.

Il fatto passò alla storia come la vicenda Adler. In pratica Matteo ha accolto la dichiarazione che fece un soldato della seconda guerra mondiale. Il militare scrisse che non riusciva a dimenticare tre bambini che incontrò a causa del conflitto sull’appennino emiliano.

LEGGI ANCHE–>Farmaci: ce n’è uno in Italia che è introvabile. Il motivo è incredibile

LEGGI ANCHE–>Pericolo mare, rischio contaminazione per effetto del mercurio: danni irreparabili

Erano piccoli e spaventati e Martin Adler questo il nome del militare li prese a cuore e riuscì anche a scattare loro una foto. Non li aveva mai dimenticati e prima di morire aveva espresso il desiderio di poterli vedere per l’ultima volta. Matteo riuscì nell’intento.

Un cuore enorme, una positività eccezionale ma un destino nefasto che lo ha sottratto ai suoi familiari e amici. Muore a 50 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.