Il mondo del cinema perde un grande attore: “Marcello” scompare all’età di 88 anni

Lutto nell’ambiente dello spettacolo. Se ne va un grande interprete che aveva affrontato i disagi del dopoguerra da bambino.

Lutto cinema attore
Lutto(pixaby)

Il panorama cinematografico italiano ha subito un grande lutto. Lo testimoniano i tanti messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia. Vito Annicchiarico se n’è andato questa mattina alle 6:00. Era ricoverato in ospedale a seguito di una grande depressione e sconforto morale.

Annicchiarico era noto per aver interpretato il figlio di Anna Magnani nel film Roma città aperta. È stato un film di un’importanza straordinaria nel vasto mondo della pellicola. Il bravissimi artista era accreditato anche come Vito Chiari.

Visse a Roma tutta la sua vita e per aiutare la famiglia lavorava come lustrascarpe ai bordi della strada. Galeotto fu questo espediente a fargli incontrare uno dei registi più in voga dei tempi, Roberto Rossellini. Fu colpito da quel viso che secondo lui bucava il video.

Lutto nel mondo dello spettacolo. Vito Annichiarico aveva lavorato con Anna Magnani

Rossellini era alla ricerca di un protagonista a cui far vestire il ruolo del figlio di Anna Magnani. Da quel momento per lui si aprirono le porte del mondo patinato. Fu chiamato a lavorare anche dal grande Vittorio De Sica Aroldo Tieri e Carlo Lenti.

Il regista rimase folgorato dalla bellezza di questo bambino che si aggirava nei dintorni di piazza Tritone in attesa di qualche soldato a cui pulire le scarpe. Gli offrì la possibilità del ruolo da coprire e anche chi finanziò il progetto cinematografico si convinse grazie alla scelta di Vito.

Non era solo un attore ma prese parte anche ad alcuni documentari che descrivevano i segreti della splendida città capitolina. Gli valse un premio speciale ai nostri d’argento. Annicchiarico è stato il testimone della bellezza e dell’anima di un luogo eterno come Roma.

LEGGI ANCHE–>“Mi manca da 17 anni”: Denise Pipitone, Piera Maggio non si dà pace e spera ancora

LEGGI ANCHE–>Donna muore dopo aver aspettato ore al Pronto Soccorso. Aperta un’inchiesta

Aveva un amore spassionato per la città che lo aveva adottato a figlio. Era sposato con Maria e aveva tre figli. La moglie era scomparsa qualche mese fa e da allora ha iniziato un lento decadimento per la grande sofferenza. Era caduto in un limbo da cui non riusciva più ad uscirne.

Gli mancava moltissimo la sua moglie fedele. Chi gli è rimasto vicino fino all’ultimo dichiara che :”… è come se lo avesse portato via il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.