Scoperto un lago di acqua dolce nell’oceano: potrebbe cambiare le sorti del nostro pianeta

Scoperto un lago di acqua dolce nell’oceano: questa sconcertante rivelazione potrebbe cambiare una volta per tutte le sorti del nostro pianeta. 

lago acqua dolce oceano
Oceano (Foto da Pixabay)

Una scoperta a dir poco sensazionale che potrebbe stravolgere le sorti del nostro pianeta. La rivelazione arriva da un gruppo di scienziati della Columbia University. Siamo al cospetto di una fonte inestimabile per la Terra e per le regioni più a rischio.

Come detto in precedenza, l’ingente scoperta arriva da un team di esperti della nota università americana. La falda di acqua dolce è stata rinvenuta a largo dell’oceano al di sotto di una vasta zona che va dal Massachusetts al New Jersey.

Columbia University, gruppo di scienziati scopre un lago d’acqua dolce nell’oceano. Potrebbe aiutare le zone aride della Terra

La notizia ha fatto immediatamente il giro del mondo, perché questa fonte di acqua così estesa potrebbe essere motivo di sopravvivenza per le regioni più aride del pianeta Terra.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Columbia University (@columbia)

A rendere noto quanto scoperto è stata la maggiore responsabile della ricerca scientifica, Chloe Gustafson. L’esperta ha sottolineato di essere già a conoscenza del fatto che in quelle zone potessero esserci falde di acqua dolce, ma di non sapere per quanto potessero estendersi.

Potrebbe rivelarsi una risorsa importante per altre parti del mondo – ha dichiarato. La ricerca va avanti da moltissimi anni e, infatti, già negli anni ’70 alcuni giacimenti petroliferi ne avevo annunciato e comunicato la presenza agli esperti. Fu solo nel 2015 che si ebbero risposte più concrete.

A cosa è dovuto questo particolare fenomeno? E’ stato ipotizzato che l’origine sia da attribuire alla fine dell’era glaciale, ossia quando il nostro pianeta era avvolto dal ghiaccio. Con il disgelo, l’acqua dolce venne racchiusa e canalizzata proprio sotto il livello del mare.

LEGGI ANCHE –> Scoperta incredibile negli abissi del mare: rinvenuto un galeone dei pirati

LEGGI ANCHE –> Meteo, sta arrivando Caronte: clima rovente in tante regioni. La situazione

Dal 2015 le ricerche continuano senza sosta. Vista e considerata la situazione attuale, vi sarebbe davvero un ingente bisogno di acqua per le zone della terra più aride e più a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.