Al Bano non nasconde la sua grande preoccupazione: “Bisognerebbe fare…”

Il famoso cantante di Cellino San Marco si espone su un problema del quale si sta discutendo molto. Al Bano è certo che la soluzione sia solo una.

Al Bano lavoro germania
Al Bano Carrisi (Facebook)

L’artista pugliese per una volta non è al centro del gossip per la sua vita personale, ma per un motivo più serio e che sta tenendo banco da molto tempo sui giornali e anche online. Al Bano ha le idee chiare su cosa possa risolvere una volta per tutte il grosso problema che ha messo in ginocchio molti imprenditori.

Il cantante, infatti, è a sua volta un imprenditore nel ramo alberghiero e della ristorazione, titolare delle Tenute Albano Carrisi, a Cellino San Marco, suo paese natale. Il complesso è enorme, e vede al suo interno, oltre a hotel e ristorante, anche le sue aziende vinicole e di produzione d’olio. Un’attività che dà lavoro a decine di dipendenti ed è quindi normale che abbia voluto dire la sua su un argomento così particolare.

Al Bano Carrisi: la soluzione è sul modello tedesco

Da tempo si parla di carenza di manodopera nel mondo della ristorazione. Un problema sollevato recentemente anche da Alessandro Borghese e Flavio Briatore, con il primo che ha scatenato non poche polemiche. Anche Al Bano ha voluto dire la sua, intervistato dal settimanale Nuovo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Al Bano (@albano_official_)

“La mancanza di manodopera è una realtà drammatica con cui mi scontro ogni giorno con la mia azienda agricola. La causa? Il reddito di cittadinanza innanzitutto” ha dichiarato al giornale, ritenendo la misura un modo che anzichè aiutare a trovare lavoro incentiva la disoccupazione. Parole che certamente non passeranno inosservate, così come la soluzione che avrebbe individuato per poter superare questa problematica.

LEGGI ANCHE –> Clamoroso Fedez e Chiara, la scioccante rivelazione sulla loro età: chi l’avrebbe mai detto – VIDEO

LEGGI ANCHE –> Chiara Ferragni, nel posto del cuore con una persona speciale: chi è – FOTO

“Bisognerebbe fare come in Germania, dove già a 12 anni i ragazzi dopo la scuola fanno apprendistato nelle imprese” ha infatti concluso il cantante, per il quale i giovani dovrebbero confrontarsi con il mondo del lavoro fin da giovanissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.