Mondo della politica in lutto, si spegne noto esponente della Corte Costituzionale. Un dramma

Una notizia davvero sconcertante. Tutto il mondo della politica in lutto per la scomparsa di un noto esponente della Corte Costituzionale. I dettagli del dramma.

mondo politica lutto
Corte Costituzionale (Foto da Instagram)

L’intero mondo della politica piange la scomparsa di un grande uomo. Dedito al suo lavoro dall’inizio della sua carriera fino alla fine. Stiamo parlando dell’ex presidente della Corte Costituzionale: Valerio Onida.

E’ stato un professore universitario, un giudice costituzionale ed un accademico emerito di diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano. Non ci sono parole per descrivere il dolore di tutti i suoi cari in questo triste giorno.

Politica in lutto, si è spentoValerio Onida, ex presidente della Corte Costituzionale

Valerio Onida si è spento sabato 14 maggio ad 86 anni. Lascia una famiglia numerosa: una moglie, cinque meravigliosi figli e sei nipoti. Un punto di riferimento. Una persona attenta, buona, magnanima.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Corte costituzionale (@cortecostituzionale)

Valerio Onida è nato a Milano nel 1936. La sua carriera ha inizio nel 1983 quando diventa professore ordinario di Diritto costituzionale all’università di Milano. Successivamente viene eletto giudice costituzionale dal Parlamento e nel settembre 2002 diviene presidente della Corte costituzionale.

Si è sempre speso per gli ultimi, prestando servizio di volontariato presso il carcere di Bollate in provincia di Milano. Attento, scrupoloso, preciso nel suo lavoro. Proprio come quando entrava in aula dai suoi studenti o li interrogava agli esami. Onida non lasciava mai nulla al caso.

Uomo umile e dedito al lavoro. E’ stato un punto di riferimento e una colonna portante nel mondo universitario. Come detto in precedenza è stato uno dei professori ordinari dell’Università degli Studi di Milano per oltre vent’anni.

Nel corso della sua carriera, Onida, ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Tra tanti, è stato insignito del cavalierato di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana su iniziativa del Presidente della Repubblica.

LEGGI ANCHE –> Incidente stradale, auto si ribalta dopo il violento schianto. Il bilancio del terribile impatto

LEGGI ANCHE –> Peste suina, cosa sappiamo su questo nuovo virus? I dettagli

Tanti i messaggi di cordoglio e di vicinanza che arrivano anche dai social. Ho perso un fratello. Era un uomo buono e un vero maestro – queste le parole dell’attuale presidente della Corte costituzionale, Giuliano Amato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.