Omicidio Samarate, emergono alcuni particolari inquietanti sul presunto movente. I dettagli

Omicidio Samarate, emergono giorno dopo giorno alcuni particolari shock sul presunto movente del folle gesto. I dettagli del caso.

Omicidio Samarate particolari shock
Carabinieri (Foto da Pixabay)

Il duplice omicidio di Samarate è uno degli ultimi fatti di cronaca che sta tenendo il Paese con il fiato sul collo. Giorno dopo giorno emergono particolari rilevanti che aiutano a capire quanto successo quella terribile notte. Riscontriamo insieme.

All’alba dello scorso mercoledì Alessandro Maja, 57 anni, noto architetto della zona ha ucciso a martellate non solo la moglie Stefania Pivetta ma anche la figlia Giulia ancora minorenne. Ridotto in fin di vita il primogenito Nicolò, 23enne.

Omicidio Samarate, l’insicurezza economica potrebbe essere uno dei motivi del duplice delitto

A dare l’allarme alcuni vicini di casa che hanno ritrovato l’uomo in una pozza di sangue e in piena fase di delirio. Maja urlava a gran voce di averli finalmente uccisi tutti.

Omicidio Samarate particolari shock
Elicottero Carabinieri (Foto da Pixabay)

Tante le ipotesi e le piste da percorrere, ma tra le più accreditate la paura del padre di famiglia di perdere denaro. Il tutto sembrerebbe essere nato subito dopo la pandemia. Anche gli affari dell’uomo sono stati fortemente compromessi dalla situazione attuale.

Molteplici le difficoltà riscontrate e tanto il timore di non farcela. Stando alle prime testimonianze Alessandro Maja aveva chiesto alla sua famiglia di ridimensionare le uscite economiche e di porre una maggiore attenzione.

Al momento ancora nessuna dichiarazione da parte del killer di Samarate che è stato colto da diversi momenti di delirio. L’uomo era ossessionato dalle finanze della famiglia, al punto tale da aver creato in banca un fondo per le emergenze.

Si infervorava nel parlare di soldi e nel ribadire che bisognava risparmiare – queste la parole di alcuni familiari. Ad oggi, Maja non è in grado di sottoporsi agli interrogatori degli inquirenti. Si è reso necessario il ricovero immediato nell’ospedale psichiatrico.

LEGGI ANCHE –> Lutto nel mondo del calcio, muore un grande talento: stava per diventare papà. Un dramma

LEGGI ANCHE –> Lutto nel mondo del calcio, muore un grande talento: stava per diventare papà. Un dramma

Nessuna notizia nemmeno dall’ospedale in cui è ricoverato l’unico sopravvissuto della strage, il figlio Nicolò. Solo lui sarà in grado di raccontare cosa è successo e quale il motivo di cotanta brutalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.