Superbonus 110% cambia faccia : le nuove condizioni a partire dal 1 maggio con le variazioni

Il Superbonus 110% si riveste a nuovo. Il governo attua variazioni che hanno già sollevato un polverone generale. Lo sciopero si avvicina.

Superbonus
Superbonus foto da pixaby

Il superbonus 110% ha portato respiro alla moltitudine delle imprese trovatosi a picco per colpa della pandemia. Il settore della costruzione è stato uno dei più disagiati di questi ultimi periodi. Il fulcro dell’economia è riuscito ad avere la meglio grazie ai bonus.

L’imprenditoria edile ha dovuto subire uno smacco incredibile dal contagio covid che ha interessato il globo intero. Con la nuova legge di bilancio è stato istituito una serie di bonus che hanno fatto risollevare le sorti di molti imprenditori e di conseguenza dei lavoratori impiegati nel ramo specifico.

Da poco, la Gazzetta Ufficiale, ha reso noto di una proroga nei confronti del bonus di ripristino delle villette. Ha aggiunto però delle peculiarità a cui dovranno sottostare le ditte perché venga approvato questo decreto aiuto per chi ne fa richiesta.

Superbonus 110%, al via le nuove regole indette dalla Legge

Tra meno di una settimana quindi, scatteranno delle misure per far fronte ad eventuale frodi per la richiesta del bonus. Le accortezze del governo saranno espletate tramite un codice identificativo che valuterà il vero credito fiscale.

Ci sarà l’obbligo di indicare il reale fatturato ai cantieri aperti. Tutto ciò è una messa in sicurezza sia per lo Stato e sia per i destinatari del sostentamento. Grazie al codice che verrà affisso ad ogni commessa conquistata, si analizzerà il percorso dettagliato del bonus che è stato versato nei confronti dell’abitazione.

Sarà quindi escluso, a priori, la cessione a ditte minori per svolgere il lavoro, magari in nero, risparmiando ma facendo elevare il guadagno in tasca dell’impresa. Inoltre c’è da aggiungere che, da maggio, il rapporto sarà costituito solo tra il correntista e gli istituti bancari.

La voce degli imprenditori si è fatta presto sentire. Dopo la prima gioia della ripresa dell’economia il governo fa uno sgambetto agli imprenditori sottoponendolo a piccole torture. Una manifestazione già è pronta il 27 aprile si svolgerà a Roma a Piazza della Repubblica.

LEGGI ANCHE–>Lavoro nelle ferrovie italiane: posizione aperte e come candidarsi al profilo richiesto

LEGI ANCHE–>Casa mobile: la vacanza alternativa, ecologica e al minor prezzo. Scopri quale fa al caso tuo

La richiesta espressa sarà lo sblocco dei crediti fiscali legati al superbonus 110%. Parteciperanno molti esponenti politici che daranno manforte alle ragioni degli imprenditori. Onorevoli di Forza Italia, fratelli d’Italia si schiereranno al fianco del diritto al lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.