Festa della Liberazione ma non solo: cosa si festeggia il 25 aprile. Nessuno lo sa

Festa della Liberazione, giornata di memoria in Italia. Solennità anche in altre parti d’Europa con tradizioni e cerimonie.

Festa della Liberazione, bandiera
Festa della Liberazione, bandiera foto instagram

Durante l’arco degli anni correnti, ci sono alcune date che vengono privilegiate per rimarcare l’importanza degli avvenimenti proprio in dati giorni. È il caso della data del 25 aprile. Questo giorno segna l’anniversario della liberazione d’Italia.

La scelta cadde su questo numero perché, proprio in quel frangente, partì un’insurrezione, dalla città di Milano del 1945, che era la pianta stabile dei partigiani. Proprio in questa solennità, in tutta la penisola è d’uopo uscire per una scampagnata.

Altro modo per dare importanza all’evento del passato è quello di riunirsi in cortei. La sfilata con al seguito tante bandiere tricolore è l’abitudine più ricorrente per omaggiare lo Stivale coinvolto im una guerra trucida e orribile.

Festa della Liberazione, la data che accomuna tutta l’Europa

L’allora premier, Alcide De Gasperi, stabilì, proprio con una norma, che il 25 aprile dovesse essere festeggiata, appunto, come Festa Nazionale. In questo giorno non si lavora e si trascorre il momento in compagnia o con uscite per dare più forza alla parola libertà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Cellie (@celliegiuseppe)

Finalmente l’Italia fu liberata dal nazional fascismo. Segnava l’inizio di una nuova era che avrebbe apportato stravolgimenti importanti alle nazioni vittime dell’orrore della guerra. Questa data è importante anche in un’altra parte d’Europa oltre che da noi.

Festeggiano anche i residenti delle isole Far Oer. L’arcipelago in questione si trova nel nord tra il mar di Norvegia e l’oceano Atlantico. Viene celebrata per l’occasione la bandiera. Fu proprio in quel periodo che le bandiere furono apposte come simbolo di provenienza sulle navi.

In Portogallo questa data è denominata il Dia da Liberdade. La celebrazione è inerente alla cosiddetta rivoluzione dei garofani. Negli anni 70, un colpo di stato, mise a tacere per sempre un regime autoritario che aveva soggiogato, per anni, la popolazione.

LEGGI ANCHE–>Lavoro, migliaia di posti da ministeri e Regioni nella Pa: requisiti e come candidarsi

LEGGI ANCHE –> Meteo 25 Aprile, che tempo ci attende per la Festa della Liberazione. Le previsioni

A fronte di ciò che noi festeggiamo, in Italia, come la fine del secondo conflitto mondiale, l’8 maggio è il Victory in Europe Day. Questo giorno sancisce ovunque, in Europa, la deposizione delle armi della Germania nazista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.