Bob Dylan, accordo faraonico con il colosso aziendale: in ballo una cifra impressionante!

E’ universalmente noto come uno dei più importanti cantautori a livello mondiale, vincitore di numerosi prestigiosi riconoscimenti. Oggi Bob Dylan sigla un accordo incredibile.

Bob Dylan (Facebook)
Bob Dylan (Facebook)

Tra i giganti della musica mondiale, autore di indimenticabili canzoni e vincitore di riconoscimenti internazionali, oggi Bob Dylan si prepara ad entrare anche tra gli artisti più ricchi del pianeta. Il cantante ha infatti siglato un accordo principesco con una delle major più conosciute.

Nato in Minnesota nel 1941, il suo vero nome è Robert Allen Zimmerman. Solo nel 1962 cambierà nome legalmente in quello che tutti noi oggi conosciamo. Ritenuto tra i precursori del cantautorato contemporaneo, a lui si deve anche l’ideazione del cosiddetto folk-rock.

Durante la sua lunghissima carriera ha collezionato una sfilza di premi impressionate: ben 10 i Grammy Award da lui vinti, più un Premio Oscar e un Golden Globe. E non è certo finita qui, l’artista è stato inoltre insignito della National Medal of Arts e della Presidential Medal of Freedom, rispettivamente nel 2009 e 2012.

I riconoscimenti più significativi, però, sono certamente il Premio Pulizer ottenuto nel 2008 e il Premio Nobel per la Letteratura a ottobre 2016: “Per aver creato nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione della canzone americana” la motivazione.

Bob Dylan vende la sua musica per una cifra spaventosa

Da oggi il cantautore potrà fregiarsi anche del titolo di “Paperon De’ Paperoni” della musica, grazie all’accordo siglato con il colosso musicale conosciuto in tutto il mondo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bob Dylan (@bobdylan)

Dylan, che già due anni fa aveva venduto i copyright dei testi delle sue canzoni alla Universal per la bellezza di 300 milioni di dollari, poco fa ha lasciato i diritti su tutti i suoi album alla Sony, per una cifra che secondo gli esperti si aggira attorno al mezzo miliardo di dollari.

Leggi anche –> Gf Vip 6 LIVE: Sorpresa al televoto. In nomination finiscono tre pezzi grossi

Leggi anche –> “Ormai la Toffanin ha preso il tuo posto”: Barbara D’Urso, la FOTO che scatena le polemiche

Bob non è il primo grande artista che fa un accordo del genere: prima di lui anche Bruce Springsteen e Paul Simon avevano preso una decisione simile, scegliendo sempre la stessa etichetta discografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.