Tragico incidente stradale, l’omicida esce allo scoperto: parole sconvolgenti

Un dramma terribile che ha mietuto vittime, senza pace chi lo ha provocato: disperazione dei familiari e degli amici per l’immane sinistro.

Segnaletica per incidente Fanpage

E’ accaduto tutto una settimana fa ma non c’è più ragione di vita per i genitori della giovanissima vittima dell’incidente fatale avvenuto a Villorba nel trevigiano. La ragazza era insieme alla sua comitiva che si erano riuniti per la solita serata di divertimento. Erano in quattro nella macchina Ford Fiesta.

Erano di ritorno dalla città e cantavano allegramente mentre il conducente li riportava ognuno a casa sua. All’improvviso l’auto è sbandata e sono finiti fuori strada in una scarpata che costeggiava l’asfalto. Nell’urto terribile Carlotta è saltata fuori dalla vettura mentre il resto è rimasto illeso.

Subito mobilitati i soccorsi e i vigili del fuoco che tempestivamente hanno tratto in salvo i ragazzi rimasti in macchina. Per la piccola di 21 anni, studentessa, purtroppo. non c’è stato nulla da fare. Il guidatore risponde al nome di Marco Dussin un operaio di 20 anni sconvolto dal fatto.

Dramma per una cittadina di Treviso

Il falegname, nella disperazione, ha chiesto perdono ai genitori della vittima, si è scusato fino allo sfinimento. Le sue urla e pianti hanno gettato maggiormente nello sconforto i genitori che hanno compreso che il destino aveva segnato, in quel giorno, la fine della vita della loro amata figlia.

Marco è stato sottoposto ad alcooltest uscendo negativo. Il gruppo coinvolto nello schianto ha assicurato che nessuno aveva bevuto. Avevano intonato un brano quando è successo l’urto quasi senza accorgersene. Solo la povera Carlotta ha avuto la peggio ma il suo corpo sarà esaminato dai medici.

LEGGI ANCHE -> Diego Maradona, morte improvvisa del fratello: decesso per arresto cardiaco

LEGGI ANCHE –> Lorenzo Jovanotti, risveglio difficile il giorno dopo il dramma

Il piccolo centro in provincia di Treviso, si è stretto intorno ai familiari per l’assurda fine della giovanissima studentessa. In attesa dei funerali, gli amici, hanno organizzato una veglia di preghiera. Al vaglio degli inquirenti la dinamica del sinistro ancora non chiaro. Si ipotizza, per ora, un colpo di sonno o un malessere da parte del falegname alla guida dell’auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.